giovedì, 22 Agosto, 2019

Giro. Carapaz padrone del giro. Pello Bilbao vince ancora

0

Spettacolo, spettacolo puro. Il tappone dolomitico di ieri ha mantenuto le attese, con tutti i big alla ribalta. Partenza da Feltre per una tappa che prevede 5000 metri di dislivello e la resa dei conti. Sul Passo Manghen la prima sorpresa. Miguel Angel Lopez è in forma e si vede, accende la miccia e in poco tempo Nibali e Roglic perdono terreno. Landa e Carapaz invece si attaccano alla Maglia Bianca del colombiano e gli resistono. In cima hanno quaranta secondi di vantaggio su Nibali e Roglic. Nella discesa successiva lo Squalo e lo sloveno riescono e recuperare e ….tutto da rifare. La Movistar domina la corsa, Carapaz e Landa sembrano inattaccabili. Sulle due salite finali si scatena la battaglia, Nibali prova a farsi avanti ma Carapaz dimostra di saper gestire forze e situazione. E’ sempre lì e non molla mai, a volte solo un accenno di sofferenza dovuto alla fatica, quasi impercettibile su quella simpatica faccia andina. Poi tocca a Landa provare ad andarsene.

Ufficialmente vuole solo migliorare la sua classifica per salire sul podio ma chissà come stanno davvero le cose in casa Movistar. Fatto sta che Nibali e Carapaz lo riprendono ed il problema non si pone neppure. Chi ne fa le spese è Roglic, rimane indietro senza riuscire a reagire, uno spettatore lo spinge ripetutamente tanto che all’arrivo Roglic prenderà anche 10 secondi di penalizzazione. Ecco il problema, gli spettatori. Qualcuno eccede, volendo diventare protagonista di uno spettacolo al quale dovrebbe invece solo assistere e non si limita ad incitare rumorosamente gli atleti mentre affrontano la salita. Alcuni spingono i corridori, uno si affianca a Lopez e lo fa cadere rovinandogli l’opportunità della vittoria di tappa. L’adrenalina è a mille e Lopez reagisce come Tex Willer nei saloon dell’Arizona. Davanti Nibali prova ancora a forzare per vincere la tappa e guadagnare qualche secondo sugli altri ma alla fine è Pello Bilbao che passa per primo sulla linea del traguardo di Croce d’Aune – Monte Avena, come già aveva fatto a L’Aquila. Secondo Arriva Landa. A seguire l’ottimo Ciccone, Carapaz, Nibali e Kangert. Roglic arriva quattordicesimo dopo cinquantaquattro secondi. In classifica Carapaz è saldamente in testa con Nibali a 1 e 54. Landa sale al terzo posto a 2,53, Roclic quarto a 3,16. Oggi cronometro individuale a Verona. Per molti sarà solo una passerella finale con la testa già rivolta ai prossimi impegni. Per Roglic e Landa sarà lotta per il terzo posto. Si parte con la dichiarazione di Roglic: “Podio? Sono stanco. Vedremo se ho le gambe.
Intanto in Ecuador ci si prepara a stappare una buona bottiglia di chicha forte in onore a Carapaz.

Marco Burchi

TUTTE LE TAPPE DEL GIRO

Si parte
Prima tappa
Seconda tappa
Terza tappa
Quarta tappa
Quinta tappa
Sesta tappa
Settima tappa
Ottava tappa
Nona tappa
Decima tappa
Undicesima tappa
Dodicesima tappa
Tredicesima tappa
Quattordicesima tappa
Quindicesima tappa
Sedicesima tappa
Diciasettesima tappa
Diciottesima tappa
Diciannovesima tappa

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply