giovedì, 3 Dicembre, 2020

Giusi Cataldo e Linea Ensemble raccontano il loro Sindbad

0

Quarta puntata di “Didattica, che spettacolo!”, nuovo format online del Teatro Villa Pamphilj (www.facebook.com/TSVCorsini/) a cura della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia, che presenta artisti e musicisti che sono stati di casa al teatro o che lo saranno, appena la fine dell’emergenza lo permetterà.

Tutti i venerdì alle 18:00 vengono presentate nuove produzioni, riscoperti filmati rari, si dialoga sui progetti futuri e su come la musica e la didattica cambieranno nel rapporto artista/pubblico, insegnante/allievi, dopo l’emergenza Coronavirus.
Dopo Patrizio Fariselli, Fabrizio Cardosa e Ada Montellanico, oggi pomeriggio sarà la volta de “L’ottavo viaggio di Sindbad”, un incontro con Giusi Cataldo e Linea Ensemble, condotto da Paolo Pecorelli (La Batteria, coordinatore dipartimento adulti della Scuola) e da Checco Galtieri (portavoce del Forum nazionale per l’educazione musicale e direttore della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia).

I cinque artisti, ospiti frequenti del teatro, racconteranno i loro progetti “reading musicali”: la melodia delle parole, la narrazione della musica con testi che viaggiano nel tempo e nello spazio: da Virgilio e Dante a Erri De Luca e la palestinese Suad Amiry, da Kavafis a Tiziano Terzani. Come anche le musiche che percorrono secoli e incrociano generi: da Al Sunbati a Tasman, da Piazzolla a Mompou, da Zawinul ai King Crimson.

L’attrice e regista Giusi Cataldo, nata a Palermo nel 1961, ha imparato da subito il linguaggio dei segni, con cui si esprime correntemente. Ciò l’ha anche stimolata in seguito nella realizzazione della sua prima attività teatrale, come regista, in “Le voci buie”, scritto a quattro mani con Caronna, con cui ha vinto il premio “AstiTeatro 1995”. Vittorio Gassman, Gigi Proietti e Giorgio Strehler sono stati i suoi maestri a teatro, Mario Monicelli e Carlo Verdone e Carlo Carlei quelli che l’hanno lanciata, giovanissima, nel mondo del cinema.
Il complesso Linea Ensemble è composto da Marco Cianchi, chitarre; Francesco Saverio Galtieri, pianoforte e tastiere; Stefano Ribeca, flauto traverso, flauti dritti e saxofoni; Rodolfo Rossi, vibrafono e percussioni. Provetti musicisti che hanno al loro attivo esperienze musicali diverse, dalla musica classica alla contemporanea e al jazz.

Redazione Avanti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply