sabato, 28 Novembre, 2020

Roberto Ciufoli porta in scena la sua versione di Ulisse

0

La nuova stagione del Teatro Ghione di Roma, via delle Fornaci 37, sarà inaugurata dallo spettacolo “Oh! Diss’ea” di Roberto Ciufoli, in scena da giovedì 15 a domenica 19 ottobre. Il sipario si alzerà alle ore 21:00 i giorni feriali, mentre la domenica si va in scena alle 17:00.

Max Paiella

Con “Oh! Diss’ea”, Roberto Ciufoli, Simone Colombari e Max Paiella (anche autore delle musiche) portano in scena Ulisse e il suo viaggio senza fine, un esempio per tutti, la curiosità, la voglia di conoscere e di esplorare che c’è o ci dovrebbe essere in ognuno di noi. Dopo il lungo assedio di Troia, l’astuto Odisseo è partito, diretto verso la sua Penelope, o ha bighellonato senza trovare la strada di casa per dieci anni prima di approdare alla sua bella Itaca? Ulisse, l’immagine dell’uomo moderno o semplicemente un distratto? Il quesito che da secoli attanaglia studiosi e letterati, finalmente troverà risposte adeguate. Roberto Ciufoli, Simone Colombari e Max Paiella, propongono una riscrittura del poema omerico, un’occasione irrinunciabile per un’approfondita analisi comica e musicale da non perdere, anche per i non curiosi.

Il calendario del Teatro Ghione prosegue con “Il vecchio e il mare”, di Ernest Hemingway, in scena dal 22 al 25 ottobre, nell’adattamento di Lucilio Santoni, con Sebastiano Somma (che cura anche la regia) e Cartisia J. Somma, al violino il maestro Riccardo Bonaccini. Il vecchio Santiago sfida le forze incontenibili della natura nella disperata caccia a un enorme pescespada dei Caraibi, e poi nella lotta, quasi letteralmente a mani nude, contro gli squali che un pezzo alla volta gli strappano la preda, lasciandogli solo il simbolo della vittoria e della riuscita nell’impresa. Forse per la prima volta nella sua vita, mentre ingaggia il corpo a corpo coi suoi nemici acquatici, si scopre coraggioso e fiero. Capisce che si può vincere, anche se dovrà realizzare che nella vittoria si nasconde la sconfitta, eterno dramma dell’essere umano.

Per il Primo novembre, il Teatro Ghione propone un concerto di Silvia Mezzanotte, che porta in scena le grandi voci della musica italiana e internazionale: un viaggio a 360 gradi che spazia da Mina a Mia Martini, da Alice a Giuni Russo, rivisitando in chiave pop-rock i grandi classici di Nina Simone, Gloria Gaynor e molte altre.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply