sabato, 24 Ottobre, 2020

Caso Gregoretti, braccio di ferro che porta a nulla di fatto

0

“Abbiamo deciso in modo unitario che non parteciperemo alla Giunta oggi, riteniamo essenziale esser insieme e deliberare in modo unitario”. L’ha detto il capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci uscendo dalla riunione di maggioranza sul caso Gregoretti. “Questa giunta è illegittima, non ci doveva essere – ha spiegato elencando i motivi della decisione – e il presidente Gasparri non è disponibile a dare il materiale necessario per deliberare in scienza e coscienza. Non sarebbe una pagliacciata”.
La maggioranza non parteciperà alla riunione né al voto della Giunta delle immunità del Senato, convocata alle 17 per votare la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini sul caso Gregoretti. Lo ha deciso la riunione di maggioranza, con i capigruppo di Pd-M5s e Iv e i componenti della Giunta.
Alla fine si è trovato il solo modo per evitare che l’autorizzazione a procedere diventasse un punto a favore dell’ex Ministro degli interni. A sparigliare le carte, nelle ultime ore, è stato lo stesso Matteo Salvini, che ha chiesto ai leghisti in Giunta (Stefani, Augussori, Pellegrini, Pillon e Urraro) di votare a favore del via libera al processo, “così chiudiamo questa vicenda”, ha detto il leader della Lega.
La richiesta di procedere nei confronti del leader leghista è arrivata dal tribunale dei ministri di Catania, che ha chiesto di procedere in giudizio nei confronti dell’ex ministro dell’interno, con l’accusa di sequestro di persona aggravato, relativamente alla vicenda dei 131 migranti, bloccati lo scorso luglio al largo di Augusta, sulla nave della guardia costiera, Gregoretti.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply