giovedì, 18 Luglio, 2019

VISITA A SORPRESA

0

La notizia che il fedmaresciallo Kalifa Haftar sarebbe venuto in Europa era già nota da giorni, il Generale sarebbe venuto per andare all’Eliseo per incontrare il presidente francese Emmanuel Macron. Ma a sorpresa prima di andare a Parigi l’uomo che ha riacceso la miccia della guerra civile in Libia si è fermato a Roma per parlare con Conte dei recenti sviluppi a Tripoli e dintorni, dove l’uomo forte della Cirenaica ha lanciato lo scorso 4 aprile un’offensiva militare che ha causato finora quasi 500 morti e oltre 60 mila sfollati. La visita di Haftar a Roma giunge a meno di dieci giorni dall’incontro a Palazzo Chigi fra lo stesso Conte e il capo del Consiglio di presidenza di Tripoli, Fayez al Sarraj, avvenuto lo scorso 7 maggio.
“È stato un lungo incontro – ha spiegato Conte ai cronisti a margine del Forum Pa – un lungo scambio di informazioni, ho chiesto aggiornamenti. La situazione è quella che conosciamo, ho espresso la preoccupazione dell’Italia per la situazione che si è creata, che consideriamo molto critica, noi invochiamo il cessate il fuoco e confidiamo che si possa percorrere una via politica perché riteniamo che il dialogo politico sia l’unica soluzione rispetto all’opzione militare in corso”. Ai giornalisti che gli hanno chiesto se abbia avuto rassicurazioni da questo punto di vista da Haftar, il capo del Governo si è limitato a rispondere: “Abbiamo parlato a lungo…”.
Il presidente del Consiglio in realtà prima di Haftar ha incontrato anche l’ambasciatore degli Stati Uniti con il quale, secondo alcune fonti, pare si sia accordato per cercare di fare pressioni sull’uomo forte della Cirenaica per un cessate il fuoco immediato. Proprio l’incontro tra il premier e l’ambasciatore Usa Lewis Eisenberg sembra essere un via libera da Washington a Roma a portare avanti le trattative per fermare le ostilità.
Il comandante dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) ha sempre l’appoggio egiziano, ma in Europa a parte Macron non ha sponde e non ha quindi altra scelta che cercare di prendere tempo. Un cessate il fuoco potrebbe essere interpretato come una defezione dai suoi miliziani.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply