domenica, 7 Marzo, 2021
Direttore Responsabile Mauro Del Bue

Heroes Film Fest: il cinema di genere continua ad affascinare

0

La prima edizione di Heroes International Film Festival, che si è svolta online dal 6 all’8 novembre scorso, si è conclusa con un inaspettato quanto clamoroso successo di stampa e di pubblico.
Il primo festival dedicato al rapporto tra Cinema e Arti Visive è diventato in pochi giorni “il festival delle maestranze del Cinema”, e poiché l’Italia è il Paese più premiato agli Oscar proprio per le maestranze, il focus della sua prima edizione è stato dedicato a professionisti italiani e hollywoodiani.
Gli Art Department americani sono stati rappresentati da quattro grandi ospiti: lo storyboard artist William Simpson (Games of Thrones), la direttrice della fotografia Pixar, Sharon Calahan (Ratatouille, Nemo, Cars), il visualizer Sean Rourke (The Avengers, Venom) e il lead animator Glen McIntosh (Jurassic World), tutti protagonisti di masterclass e del webdoc “The Art of the Art DepArtment”, progetto cross-mediale prodotto in tempo reale dal festival.
La direzione del Festival, con Carlo Cafarotti, assessore allo sviluppo economico, turismo e lavoro di Roma Capitale, ha assegnato due premi. A Leonardo Cruciano, nominato agli Oscar (Six Underground), è andato il premio alla carriera Heroes Action; mentre al giovane Fulvio Risuleo è stato assegnato il Premio Heroes Action Young per la sperimentazione di più arti visive legate al cinema.

Tra le più intense masterclass degli artisti italiani: Leonardo Cruciano e i David di Donatello Carlo Poggioli (Costume designer) e Mirko Perri (Sound designer).
La kermesse ha visto la proiezione online di 7 lungometraggi, 30 cortometraggi, 30 masterclass e workshop e 3 eventi speciali per un totale di 70 appuntamenti in tre giorni, distribuiti sulla piattaforma mymovies in due sale virtuali da 200 posti con il supporto istituzionale di Anica, Univideo, Fapav e Roma Capitale.
La giura di qualità del concorso – Sezione Stories, che ha visto l’iscrizione di oltre 2500 cortometraggi, ha premiato: miglior cortometraggio di “genere” per la categoria International Short Film Competition, “Moon Drops” di Yoram Ever-Hadani (Ucraina/Serbia), e per il cortometraggio d’accademia “Joe” di Callum Reeve (United Kingdom), premio miglior cortometraggio di “genere” per la categoria International Graduation Film Competition. La giuria di qualità ha inoltre assegnato una menzione speciale ad “Hashtag”, di Ben Alpi (Usa).
Grande successo anche per il concerto online dell’Orchestra Italiana del Cinema, dedicato a Ennio Morricone, e per il film d’apertura “Escape from Pretoria”, con Daniel Radcliffe, distribuito da Minerva Pictures.

 

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply