sabato, 31 Ottobre, 2020

I morti tra acqua e fuoco

2

Ancora morte. Morte che viene dal sud. Donne, uomini e bambini che s’inceneriscono sprofondando in mare. Acque e fuoco che s’oppongono alla soglia dell’agognata terra promessa. E noi che litighiamo ancora sui mali di casa nostra, che sono oggi davvero assai gravi, non ci accorgiamo che c’è gente che per vivere come noi muore dinnanzi ai nostri occhi. Papa Francesco ha intuito per primo la necessità del viaggio a Lampedusa come quello verso il mondo della disperazione, ci ha parlato della globalizzazione dell’indifferenza. Ci ha ammonito ad essere cristiani. Oggi piangerà dinanzi a questa immane tragedia. Acqua e fuoco, gli elementi primigeni secondo i primi filosofi greci, sono ancora quelli che distruggono vite, che ancora persistono a decidere la nostra sorte. Nessuno è innocente e come recitava una bella canzone del maggio francese: “Anche se voi vi credete assolti, siete per sempre coinvolti”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply