mercoledì, 19 Febbraio, 2020

Il bisturi di Marino

2

Diciamo la verità: più sfortunato di così si muore. Dopo le vicende giudiziarie che hanno colpito diversi esponenti della sua giunta e della sua maggioranza adesso ci si mette un’assessore a bestemmiare in pubblico. Hai un bel da volere tenerti buono il Papa, Ignazio. E prima addirittura un altro assessore, di fede juventina, sparare cacca sulla Roma. Un assessore di Roma, dico. Per il resto, se togliamo quella matita rossa e blu con la quale Marino si era permesso di correggere le parole del Papa, che non è neppure vietato per chi non crede alla sua infallibilità, il sindaco di Roma si è anche difeso benino in tivù dal sempre scamiciato Formigli. Sta storia di chi ha pagato e se ha pagato il Comune per i due consulenti in America è davvero stucchevole. Così come quella dei viaggi che non sono più dispendiosi di quelli di tutti gli altri sindaci d’Italia. Anzi, Marino sostiene di aver raggranellato diversi milioni per la capitale d’Italia. Vero o non vero resta un punto interrogativo. Dopo tutto quel che era successo era proprio necessario un nuovo viaggio in America? E adesso un altro ancora, programmato tra qualche settimana? Lui sembra che voglia farsi beffe dei suoi critici. Ma si rende conto che il comportamento di un sindaco deve tenere conto anche dell’umore popolare? Credo che di questo Ignazio se ne infischi e si comporti da valente chirurgo. È lui che deve decidere se operare e come. Solo che adesso è sindaco e il bisturi ce l’hanno gli elettori.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply