venerdì, 3 Aprile, 2020

Il populismo dei baiocchi

7

Se Renzi insiste con sta storia dei tagli alla politica perché elimina qualche poltrona e non paga (se non attraverso i rimborsi) i nuovi senatori, allora Grillo che sui soldi ha fatto successo, può bene alzare l’asticella e proporre subito un dimezzamento degli stipendi a tutti i parlamentari. Cosa che fa tremare i polsi ai Pd, sensibili a un arma da loro stessi
impugnata. Come dire. Gioco al rialzo. La verità che è sbagliato (su questo mi spiace dar ragione a Stefano Rodotà) concepire la democrazia come un oggetto da comprare al mercato. E per di più considerando solo il suo prezzo. La democrazia ha un costo, che va sempre rapportato alla sua efficacia. Se il costo diventa l’unico obiettivo, allora perché non alzare ancora il tiro e togliere del tutto lo stipendio ai parlamentari (come accadeva a fine ottocento, con la conseguenza che a Roma potevano andare solo i ricchi) o perché non abolire anche la Camera? E di politici pagarne uno solo? Sai che risparmi?

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply