lunedì, 24 Febbraio, 2020

Impeachment, arriva il sì prima della campagna elettorale

0

Una giornata che non dimenticheranno ne gli americani, ne The Donald. Trump è ormai il terzo presidente Usa messo in stato d’accusa con la procedura di impeachment. Prima di lui sono finiti a giudizio solo Andrew Johnson nel lontano 1868 e Bill Clinton nel 1998. Entrambi sono stati assolti in Senato, come succederà con ogni probabilità in gennaio anche al tycoon, che conta sulla granitica maggioranza repubblicana nella camera alta del parlamento. Richard Nixon invece si dimise nel 1974 prima di essere imputato.
Tutto è arrivato dopo una vera maratona di interventi, coi deputati di entrambe gli schieramenti pronti a ripetere all’infinito accuse (“Trump ha violato la Costituzione e abusato dei suoi poteri per ottenere benefici politici personali. Nessuno è al di sopra della legge”) e difesa (“Non ha fatto nulla di male, è una caccia alle streghe, un tentativo di colpo di stato”).
La Camera degli Stati Uniti ha approvato ufficialmente i due capi d’accusa presentati contro Donald Trump, avviandone la procedura di impeachment: Trump è quindi formalmente in stato d’accusa, accusato di abuso di potere e ostruzione ai lavori del Congresso, e affronterà un processo al Senato che deciderà rimuoverlo dalla Casa Bianca. Il primo capo d’accusa – abuso di potere – è stato approvato con 229 voti a favore e 198 contrari, mentre il secondo – intralcio alle indagini – con 230 voti favorevoli e 197 contrari.
L’anno nuovo si aprirà per la politica americana con questa nuova grana. A gennaio, inizierà un processo durante il quale verrà deciso se condannare e rimuovere Trump. Se meno dei due terzi dei senatori voteranno per ritenerlo colpevole, il presidente americano resterà in carica. Al contrario, se il 67 per cento lo condannerà, Trump verrà rimosso e il suo incarico verrà assunto dal vice presidente. Il rischio però è tutto per i democratici che rischiano di passare per i ‘cattivi’ in una narrazione in cui Trump già punta al vittimismo e in un periodo in cui inizia la cmpagna elettorale e le primarie dem.
L’avviso di Trump è più che preveggente. In Michigan, dove era andato per un comizio elettorale, The Donald ha parlato di “caccia alle streghe”, e poi ha spiegato: “Questo impeachment di parte e contrario alla legge è un suicidio politico per il Partito Democratico”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply