venerdì, 4 Dicembre, 2020

In Grecia e in Italia
si lavora 300 ore in più
della Germania…

1

Da Il Sole 24 Ore del 5 febbraio 2014

In Grecia e in Italia si lavora 300 ore in più della Germania, ma si guadagna la metà.
Ecco perché

Ore lavorate: 2.034
Salario medio 2012: 20.100 euro

Altro che “lazy southern”, i cugini pigri del sud Europa. Numeri Ocse alla mano, la Grecia è il paese Ue dove si lavora di più: nel solo 2012 si sono registrate 2.034 ore per dipendente. Quasi 300 in più di una media europea di 1.756. Il dato è in lievissimo calo rispetto alle 2.039 del 2011, ma ha visto un’escalation continua dall’implosione della crisi in poi: 1.950 ore nel 2008, 1.997 ore nel 2009, 2.016 ore nel 2010. I salari medi, in compenso, marciano al ribasso: 20.100 euro nel 2012, contro una media Ocse di 30.200 euro. Instabilità a parte, cosa non quadra? Secondo la ricerca, la forbice tra quantità e qualità si scava in un’organizzazione “irrazionale” del lavoro. La Grecia adotta misure minime, o inconsistenti, per qualsiasi forma di part time e work-life balance, l’elasticità vita-lavoro che fa impennare la produttività a nord delle Alpi. Con il risultato che un’ora di lavoro, sempre nel 2012, oscillava poco sopra un valore di 34 dollari Usa: 20 in meno rispetto ai 59,5 di Francia e Danimarca.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply