sabato, 24 Ottobre, 2020

Inaugurata e intitolata a Craxi la sede del Psi di Milano

0

È stata inaugurata a Milano, dopo alcuni lavori di ristrutturazione i socialisti, la storica sezione di Padova-Loreto in via Lulli 32, e intitolata all’ex presidente del Consiglio, Benedetto Craxi, venti anni dopo la sua morte ad Hammamet, in Tunisia. Sono intervenuti, oltre al figlio Bobo Craxi, uomini di quel periodo come Claudio Martelli, Paolo Pillitteri e Carlo Tognoli, coloro che ancora oggi nelle istituzioni portano avanti le battaglie socialiste come il Senatore Riccardo Nencini, Pia Locatelli (Presidente Onoraria dell’Internazionale Socialista Donne) sino alle generazioni attuali che sono il futuro come il segretario della sezione Massimo Cafarda (22 anni),che ha aperto il dibattito.
Per l’occasione è stata realizzata la tessera onoraria 2020 dedicata a Craxi, che, durante l’evento, è stata consegnata alle personalità presenti.

Ringraziamenti.
Care Compagne Cari Compagni oggi con questa bellissima e sentita manifestazione di entusiasmo e di orgoglio socialista, concludiamo una fase di riflessione, iniziata a fine ottobre con il Congresso Metropolitano di Milano, seguito da quello Cittadino, su quello che il PSI, legato, per quasi un ventennio, alla figura di Bettino Craxi, ha rappresentato nel nostro Paese ed in particolare per Milano. La città indubbiamente più amata da Bettino, che tanto gli è mancata nei suoi ultimi anni di vita. La culla del socialismo riformista, non solo in termini filosofici e culturali ma per quanto concretamente i socialisti hanno saputo realizzare nella loro azione politica e di governo.
Da sempre, da Anna Kuliscioff, e Filippo Turati( Padre del riformismo), I grandi Sindaci socialisti e socialdemocratici, di cui oggi abbiamo la fortuna e l’onore di avere con noi una degna e autorevole rappresentanza. Saluto Carlo Tognoli, e Paolo Pillitteri che con il loro coraggio, la loro capacità di governo hanno contribuito a fare diventare Milano, la vera capitale industriale e morale d’Italia. Un modello vincente, una moderna metropoli europea, una città aperta, antifascista, solidale e inclusiva. Tra i tanti sindaci socialisti che hanno governato i nostri territori, voglio ricordare Eugenia Gennari, Sindaca di Vimodrone a fine anni 60, una dei primi sindaci donna e Dirigente socialista della nostra Federazione.
Anche per riaffermare la presenza dei socialisti a milano lo scorso 19 gennaio, siamo tornati dopo tanto tempo, con le nostre bandiere, in piazza Duomo, a distribuire i garofani rossi, a rimarcare, che nonostante tutto e tutti ci siamo, i socialisti ci sono il PSI c’è.
Domani per noi socialisti è una data importante una significativa coincidenza il 24 febbraio infatti ricorre il 30° anniversario della morte di Sandro Pertini il nostro Presidente, e anche l’ 86 ° compleanno, di Bettino Craxi, per Lui oggi siamo tutti qui a titolargli la Federazione di Milano, di cui Bettino è stato giovane segretario nel 1965.
Una scelta simbolica ma con una forte connotazione politica, non certo in riferimento alla stucchevole e ipocrita querelle dell’intitolazione o meno di una via a Bettino Craxi ma un atto dovuto ad un grande e stimato Leader del socialismo italiano ed europeo ad un grande statista.
Milano è testimone dell’impegno civile e politico di Bettino Craxi. Con le sue prime esperienze, nell’ambito universitario, con la creazione del “Nucleo universitario socialista”, ed in seguito nel Consiglio Comunale di Milano, come consigliere e poi Assessore all’Economato, pubbliche relazioni e decentramento amministrativo, ed infine come Segretario Nazionale del PSI, nel 1976 e Primo Presidente socialista, del Consiglio di Ministri del Governo Italiano, dal 1983 al 1987. Craxi ha saputo impersonare e realizzare una moderna e innovativa politica socialista democratica, che ha caratterizzato una stagione riformista in campo economico e finanziario, importante per il Paese e per il Psi. Una vera e propria rivoluzione in campo sociale e in quello dei diritti civili. Craxi ha saputo creare le condizioni per realizzare un modello di sviluppo invidiato e copiato da altri Paesi europei. Il Governo a guida socialista ha ridato autorevolezza e rispetto, in campo internazionale, all’Italia collocandola tra i cinque Paesi più industrializzati.
Craxi ha rivitalizzato e ricompattato un partito fortemente dimesso e diviso, ha ridato voce, dignità e orgoglio, alla comunità socialista italiana ed europea, pagando con la propria vita la dedizione totale alla nobiltà della politica e al suo Partito.
Gli oratori che seguiranno e che hanno condiviso con Craxi una stagione politica importante tratteranno la figura e il ruolo di Bettino in modo più autorevole e approfondito di quanto abbia fatto il sottoscritto.
Per fissare, storicizzare questo evento, abbiamo, in collaborazione col PSI Nazionale, realizzato una Tessera onoraria 2020, a numero limitato, pensando di fare cosa gradita a iscritti, simpatizzanti e agli estimatori di Craxi che abbiamo messo a disposizione di quanti sono interessati a possederla e che potrete ritirare nell’apposito gazebo che abbiamo allestito.
Nel ringraziare tutti coloro che si sono prestati volontariamente e fattivamente per la riuscita di questa iniziativa, colgo l’opportunità per rimarcare la coerenza, la testardaggine, la passione, il coraggio, l’abnegazione delle Compagne e dei Compagni che in piena tempesta, non hanno abbandonato la nave che affondava, ma sono rimasti aggrappati alla scialuppa del PSI, durante e dopo lo tsunami che lo ha spazzato via insieme al gruppo Dirigente.
Credo che la loro coerenza, merce assai rara oggi, nella vita cosi, come nella politica, l’abbiano ampiamente pagata per gli insulti, irrisione, emarginazione politica, delusioni e amarezze, che in questi lunghi anni hanno e abbiamo dovuto subire. A loro va il rispetto di tutti, il nostro ringraziamento, perché nonostante tutto hanno trovato la forza, tra mille difficoltà, con grandi sacrifici, anche economici, di mantenere aperte le sezioni, tenere in vita il partito socialista italiano e con esso, hanno tenuto in vita Craxi, la sua politica, i suoi valori, la sua memoria ma soprattutto, quello che più conta l’ideale e i valori del socialismo. Grazie!
Consentitemi un’ultima considerazione che riguarda il futuro del nostro partito. Oltre alle iniziative e alla cerimonia per il ventennale di Craxi, stiamo lavorando perché dal nostro passato possa realizzarsi una prospettiva per il futuro socialista a Milano, anche in considerazione del prossimo appuntamento elettorale del 2021. Stiamo lavorando con determinazione per tentare di ricomporre i vari spezzoni della diaspora socialista, con l’intento di presentarci, a quell’appuntamento con una lista socialista, competitiva. Ci siamo detti: se i socialisti si sono ritrovati insieme per onorare la memoria di Bettino Craxi, nelle tante iniziative che ci sono state e ancora ci saranno, perché non potrebbero farlo per ridare vigore, orgoglio passione, all’ideale socialista. Accantoniamo vecchi retaggi, rancori e divisioni che appartengono ad un passato che non esiste più, che le nuove generazioni non hanno vissuto non conoscono e non comprendono
Segnatevi questa data. Sabato 4 aprile a Milano si terrà una assemblea di socialisti, circoli associazioni, tutti coloro che si riconoscono nei valori del socialismo democratico. Partecipiamo in tanti, facciamo circolare la notizia. Potrebbe essere l’embrione per là rinascita dei socialisti a Milano.

Non siamo dei nostalgici sognatori, a differenza di tanti, siamo convinti che questo momento storico, questa fase politica sia favorevole alla riproposizione in chiave moderna di una nuova politica socialdemocratica nel senso più nobile del termine.
Il modello di sviluppo che abbiamo praticato e conosciuto ha fallito. Il capitalismo liberale senza lacci e laccioli senza limiti e paletti ha fallito. La prova l’abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni.
La guerra dei dazi, quella commerciale, l’inquinamento ambientale, i costi sempre più elevati per far fronte ai danni per i cambiamenti climatici, la concentrazione della ricchezza globale sempre più nelle mani di un ristretto numero di persone. Le distorsioni provocate dal primato della finanza e dell’ economia globale, su quello della politica sono evidenti.
Primato che i partiti del centro sinistra e del centro destra non hanno saputo o voluto difendere relegandosi a svolgere un ruolo subalterno e di retroguardia destinato all’auto estinzione. Non pensiamo quindi di risolvere i nostri problemi e quelli degli italiani attraverso contaminazioni o vere confluenze in questi partiti.
Cosa altro deve ancora accadere per convincerci che il nostro futuro e strettamente correlato alla capacità di riappropriamoci della nostra autonomia di giudizio di pensiero e di azione. Contrapponiamoci all’appiattimento generale e al teatrino di questa politica che non potrà avere nessun futuro, ma allontanerà la gente ancora di più dalla politica e dai partiti. Dopo il populismo, il sovranismo, il passo successivo l’abbiamo conosciuto e subito. Compagne e Compagni,
Ridiamo impulso al nostro orgoglio alla nostra storia, non rinneghiamola, non decretiamo il fallimento delle nostre aspirazioni dei nostri sogni. Dimostriamo di che pasta siamo fatti.
Compagni c’è bisogno di noi, di un new deal Socialista che riproponga attraverso una moderna ed equilibrata redistribuzione della ricchezza una giustizia sociale ed uno sviluppo sostenibile dell’economia, della finanza, della produzione, della qualità della vita, delle politiche ambientali. Dobbiamo seguire l’insegnamento di Craxi:

Uno dei suoi più grandi pregi, fu quello di capire in anticipo i cambiamenti in corso nella società e di agire di conseguenza con largo anticipo rispetto ad altri, tanto da essere guardato con sospetto e osteggiato non solo dalla politica, dalla sinistra, ma da tutte le corporazioni pubbliche e private fortemente conservatrici. Dobbiamo osare
Il nostro futuro, soprattutto quello delle nuove generazioni, dipende da noi, dalla nostra capacità di essere classe dirigente, dal nostro coraggio. Abbiamo un grande responsabilità
Se crediamo, se siamo convinti che sino a quando ci sarà qualcuno che ha bisogno di giustizia sociale, di solidarietà, di libertà, ci sarà bisogno di noi dei socialisti diamoci da fare.
W Craxi viva il Socialismo.
Mauro Broi
segretario Psi Milano

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply