giovedì, 26 Novembre, 2020

Intini: distruggere la prima Repubblica fu un peccato mortale

0

Intervistato da Il Tempo da Pietro De Leo , Ugo Intini parla della prima repubblica e del pericoloso vuoto politico dei nostri giorni. “I partiti erano il cemento dell’Unità nazionale”. “La fine della prima repubblica ha una correlazione più che altro con la caduta del Muro. Il nostro sistema politico era stato concepito per affrontare la terxa guerra mondiale, che era la Guerra Fredda. Finita quella evidentemente andava cambiato”.

A gennaio saranno 20 anni dalla morte di Bettino Craxi. “Seppi che era morto dalla radio e cominciarono ad arrivare telefonate dei giornalsti per chiedere delle interviste. Fu molto difficile parlare e commentare”.

Leggi l’intervista integrale

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply