domenica, 7 Giugno, 2020

Io resto a casa e leggo: le Biblioteche su Internet

0

La quarantena e la necessità del distanziamento sociale hanno imposto anche la chiusura dei luoghi culturali, tipo musei e biblioteche, come quella di Roma dove la collezione è in forte crescita, con l’acquisto in corso di e-book, audiolibri e novità editoriali.

Da lunedì scorso, infatti, basta essere iscritti a Biblioteche di Roma e si può fruire da remoto di uno straordinario patrimonio culturale, senza confini fisici e materiali, un’offerta di risorse documentarie senza precedenti a tutti gli iscritti, indipendentemente dal tipo di tessera.

Grazie all’attivazione della piattaforma MediaLibraryOnLine (MLOL), ogni giorno si potrà consultare la versione digitale di migliaia di quotidiani e periodici da tutto il mondo, riviste di arredamento, cucina, economia, musica, sport, viaggi e tanto altro.

Oltre 7mila periodici di 90 paesi in 40 lingue diverse, tra cui i principali quotidiani nazionali (Avvenire, Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano, Gazzetta dello sport, Il Tempo, La Repubblica, La Stampa, Il Sole 24 Ore) e internazionali (Le Monde, The Guardian, El Pais, ecc.), oltre a quotidiani locali e riviste di larga diffusione (AD, Altreconomia, Casabella, Cyclist, Cucina italiana, Domus, Focus, Storica, ecc.), e 1 milione e mezzo di risorse open (eBook, audiolibri, periodici, carte geografiche, spartiti, ecc.).

Queste nuove risorse incrementano i 7.079 Ebook, le 77.233 registrazioni musicali, i 127 audiolibri, le 93 banche dati già consultabili sul catalogo di Rete Indaco.

Redazione Avanti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply