venerdì, 30 Ottobre, 2020

La Breccia di Porta Pia dopo 150 anni

0

Oggi, 20 settembre, si celebra il 150° anniversario della “Breccia” di Porta Pia, evento culminante dell’Epopea risorgimentale e pietra miliare della Storia dell’Unità d’Italia. Il grande evento viene ricordato con una importante commemorazione a cura dello Stato Maggiore dell’Esercito e dall’Associazione Nazionale Bersaglieri d’intesa con le Istituzioni Civili e Religiose.
Per la storica memorabile data è stato predisposto un fitto programma che, pur con le limitazioni del Covid-19, non priva l’importante Ricorrenza di una significativa celebrazione.
Dopo la deposizione di una corona al Monumento della “Breccia” da parte delle Autorità è in calendario la visita, presso il Museo dei Bersaglieri, alla mostra di una pregiata collezione di Cartoline d’epoca a tema, degli anni di fine ‘800 e inizio Novecento.
I momenti salienti dell’evento sono la presentazione di una prestigiosa emissione di quattro francobolli celebrativi a cura di Poste Italiane con relativo annullo e la proiezione di un interessante filmato sulla storia dei Bersaglieri scaturito da una idea della giornalista Carmen Lasorella che ne ha curato anche i testi e realizzato in collaborazione con il Centro Cine foto dello Stato Maggiore dell’Esercito e il Museo Storico dei Bersaglieri, che hanno messo a disposizione documenti originali e parti di filmati storici d’epoca.
Il programma della manifestazione prevede alle 9.20 l’arrivo del Capo di SM dell’Esercito ricevuto dal Comandante Militare della Capitale e dal Presidente dell’ANB, Gen. di brigada in riserva Ottavio Renzi. Alle 9.25 l’arrivo del Capo di Stato Maggiore della Difesa ricevuto alle 9,30 dalle prefate autorità. A seguire l’arrivo della Massima Autorità dello Stato, ricevuto dal Capo di SM della Difesa e la deposizione di una corona di alloro da parte della Massima Autorità alle ore 9.35. Poi il trasferimento a piedi presso il Museo Storico dei Bersaglieri per la visita alla mostra storica, con la rassegna dell’emissione dei francobolli celebrativi e la proiezione del filmato celebrativo.
Alle 11,30, sempre a Porta Pia, ci sarà la consueta manifestazione commemorativa organizzata tutti gli anni dal Grande Oriente d’Italia.
Il 20 settembre 1870, con Breccia di Porta Pia e la presa di Roma, finì il potere temporale del papato e Roma fu annessa al Regno d’Italia diventando la nuova capitale. In quel giorno, l’Esercito Italiano capeggiato dal generale Cadorna, portò a compimento le aspirazioni di generazioni di patrioti che avevano alimentato il Risorgimento.
Per ricordare lo storico evento la Rai ha previsto una programmazione dedicata, con molteplici iniziative editoriali, televisive e sul web con programmi, documentari, film, speciali e servizi all’interno dei Tg e Gr Rai.
Rai Storia, già venerdì 18 settembre, alle 21.10, ha ricordato la Breccia di Porta Pia proponendo in anteprima il documentario “20.09.1870 La battaglia per Roma”, firmato da Giancarlo Mancini, con la regia di Graziano Conversano. Il documentario si sofferma sulle vicende storiche che hanno portato a quella storica giornata. Pensato per ricostruire questa intricata vicenda, è strutturato come una sorta di cronaca-racconto imperniata sulle preziose cronache di Nicola Roncalli, straordinaria figura di cronista, ha lasciato una miniera di preziose informazioni sugli umori e le atmosfere della Roma di quell’epoca. Attraverso discorsi, documenti e testimonianze si sono ricostruite le mosse dei due principali protagonisti di questa vicenda: Pio IX e Vittorio Emanuele II. Inoltre, su tutte le principali questioni storiche e politiche si incentrano le interviste esclusive realizzate ai professori Alberto Melloni, Angelo Varni e Francesco Margiotta Broglio.
Anche il Rito Simbolico Italiano ha voluto celebrare l’evento con un documentario realizzato da un’idea e con la regia di Salvatore Rondello per spiegare salienti aspetti e conseguenze derivanti dall’evento storico, attraverso le interviste al prof. Giuseppe Monsagrati, alla professoressa Annita Garibaldi Jallet, al dottor Antonio Zarcone, al prof. Marco Pizzo ed al prof. Santi Fedele.
Sabato 19 settembre, alle 21.10, Rai Storia, ha trasmesso il film “Correva l’anno di grazia 1870” diretto da Alfredo Giannettini e interpretato da due grandi del cinema italiano, Anna Magnani e Marcello Mastroianni.
Oggi, giorno della ricorrenza, anche Rai3 propone alle 00.15 il documentario “20.09.1870 La battaglia per Roma”, mentre Rai Storia alle 00.10 e in replica poi alle 8.30, 11.30, 14.00 e 20.10, trasmetterà il programma di approfondimento “Il giorno e la storia” che dedicherà la puntata alla Breccia di Porta Pia. Lo speciale ripercorrerà le vicende di quel 20 settembre del 1870, quando le truppe del Regno d’Italia, dopo ore di cannoneggiamento, aprirono il varco nelle mura Aureliane, vicino Porta Pia, per consentire ai bersaglieri di entrare in città. Negli scontri morirono 49 soldati italiani e 19 soldati pontifici. L’annessione di Roma al Regno d’Italia, che decreterà la fine del potere temporale dei Papi, verrà ratificata dal successivo plebiscito del 2 ottobre.
Nell’arco dell’intera giornata tutte le Testate giornalistiche dedicheranno ampia copertura informativa all’anniversario, nelle edizioni dei rispettivi Telegiornali e nei Gr .
Venerdì 25 settembre, infine, Rai Storia alle 21,10 proporrà il documentario “Roma 1870. Il patrimonio culturale tra Chiesa e Stato”, una puntata della serie “Italia, Viaggio nella Bellezza”: il racconto della fine del potere temporale del Papa, e Roma, al centro, piccola e verde città di Pio IX che si appresta a divenire la nuova capitale del regno.
Seguendo lo sviluppo di questo storico passaggio di consegne tra la Chiesa e lo Stato, che a Roma è stato più drammatico, eclatante e denso di significati che altrove, “Italia, viaggio nella bellezza” racconterà il patrimonio architettonico e artistico delle chiese di Roma Capitale, ancora oggi di proprietà dello Stato italiano.
Uno spazio speciale viene riservato alla ricorrenza, anche da Rai Cultura Web, sui canali Social e sul portale Rai Cultura www.raicultura.it .
Inoltre, Rai Cultura, in collaborazione con il Museo Centrale del Risorgimento di Roma, ha realizzato lo Speciale “20 settembre 1870” visibile sul portale RaiCultura.it al link https://www.raicultura.it/speciali/20settembre1870/.
Nello Speciale sono presenti oltre 70 tra fotografie e immagini dedicate ai 150 anni della breccia di Porta Pia.
Anche al Gianicolo, per i 150 anni della Breccia di Porta Pia, si svolgono diverse manifestazioni. Sabato 19 e domenica 20 settembre al Gianicolo tornano ad ardere le fiaccole. Si è illuminato il Mausoleo Ossario Garibaldino, accessibile al pubblico nel fine settimana in apertura straordinaria dalle 10 alle 20. La fiamma dei bracieri perimetrali del monumento di via Garibaldi ricorderà infatti a romani e turisti che, nella storica data del 20 settembre 1870.
Per non dimenticare questa pagina della nostra storia nazionale e in onore dell’importante anniversario, un ricco programma di iniziative dedicate, sono state promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, per svolgersi nelle due giornate, coinvolgendo, oltre che il Mausoleo Ossario Garibaldino, anche il Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina a Porta San Pancrazio. Qui, sabato 19 settembre alle ore 11.00 sono coinvolti anche i più piccoli con il laboratorio “Arrivano i bersaglieri!”, per bambini dai 6 agli 11 anni, incentrato sulle affascinanti figure dei soldati dal caratteristico elmo piumato rimasti a emblema dell’impresa.
Alle ore 17.00, al Mausoleo Ossario Garibaldino è prevista la visita guidata “Dalla Repubblica Romana alla Presa di Porta Pia: il Gianicolo e il 20 settembre 1870” rievocativa degli importanti avvenimenti storici occorsi tra il 1849 e il 1870 sul colle gianicolense per una futura Roma italiana.
Le iniziative di domenica 20 settembre alle ore 11.00 e 12.00, riguardano la visita guidata “Roma o morte. Il Mausoleo Ossario Garibaldino e i caduti per Roma capitale (1849-1870)” al Mausoleo Ossario Garibaldino dedicata in particolare alle figure dei combattenti caduti nella storica giornata e alle vicende del monumento che ne custodisce le spoglie.
Nel pomeriggio, infine, alle ore 17.00 presso il Mausoleo, è previsto lo spettacolo “Finalment i sumà”, una lettura drammatizzata su testo inedito di Riccardo Cochetti, dedicato alla giornata che aprì la strada alla nuova capitale del Regno d’Italia. Si tratta di un racconto a più voci che ricostruisce il contesto storico-politico in cui è maturata quell’impresa, i fatti, militari e non solo, riguardanti la Breccia di Porta Pia, e quelli immediatamente successivi all’entrata dell’esercito italiano in città, basato sui ricchi contributi offerti sul tema dagli storici e su numerosi documenti ufficiali, testimonianze e cronache dell’epoca, così come strettamente d’epoca sono gli otto brani musicali che corredano la performance dei quattro interpreti: uno dei narratori si dedica al contesto storico e politico della vicenda, un altro specificamente alla battaglia del 20 settembre e ai fatti connessi, il terzo porta invece in scena le parole di Papa Pio IX, mentre è affidato a un’attrice il compito di esprimere il sentimento del popolo di Roma di allora. Lo spettacolo, realizzato in collaborazione con l’Associazione Caffè Voltaire, si svolge all’aperto assicurando il rispetto delle prescritte misure anti-covid. Ingresso libero sino a esaurimento posti.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply