domenica, 18 Agosto, 2019

La piattaforma Rosseau non è sicura. Multa del Garante

0

Una sanzione di 50.000 euro per la piattaforma Rousseau dell’omonima associazione di Davide Casaleggio. È quella che arriva dal garante della privacy perché la piattaforma informatica “non gode delle proprietà” di sicurezza richieste a un sistema di voto elettronico. Non dà, quindi, le adeguate garanzie “che prevedono la protezione delle schede elettroniche e l’anonimato dei votanti in tutte le fasi del procedimento elettorale elettronico” durante l’espressione delle preferenze da parte degli iscritti al Movimento 5 Stelle. È la conclusione a cui è giunto il Garante della privacy, che negli ultimi due anni ha monitorato gli interventi dell’Associazione e l’ha ammonita per le ripetute intrusioni degli hacker.

I Garante inoltre chiede ai referenti della piattaforma di completare l’adozione delle misure di auditing informatico; provvedere ad assegnare credenziali di autenticazione ad uso esclusivo di ciascun utente con privilegi amministrativi, entro 10 giorni; entro 120 giorni rivisitazione complessiva delle iniziative di sicurezza adottate. Infine entro il termine di 60 giorni, una valutazione d’impatto sulla protezione dei dati, riferita alle funzionalità di e-voting.
Il Garante per la privacy rileva che rimangono ”importanti vulnerabilità rispetto alle quali l’Autorità (valutata anche l’urgenza di intervenire su una struttura, come la piattaforma Rousseau, di particolare rilevanza e delicatezza anche sotto il profilo della partecipazione democratica dei cittadini alle scelte politiche) è tenuta ad intervenire attraverso i poteri che le sono attribuiti”. Per questo il Garante ingiunge all’Associazione Movimento 5 Stelle e all’Associazione Rousseau quale responsabile del trattamento di provvedere a risolvere tali criticità.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply