venerdì, 15 Novembre, 2019

La Supercoppa della vergogna: Donne solo se accompagnate

1

Polemiche per la sfida tra Juventus e Milan, in programma mercoledì 16 gennaio in Arabia Saudita. All’interno dello stadio “King Abdullah Sports City Stadium” nella città di Gedda le donne infatti potranno accedere soltanto accompagnate dagli uomini, in specifici settori riservati alle famiglie. Indignata la politica italiana, per una volta d’accordo Salvini e la Boldrini: “E’ una vergogna”.

IL DIVIETO – Non è la prima volta che la Supercoppa viene giocata all’estero (Usa, Cina, Qatar e Libia): per la Lega è un’ottima fonte di guadagno. Ma evidentemente non si era fatto i conti con le dure regole del paese saudita, dove i diritti femminili sono ancora palesemente calpestati. Una donna infatti che vorrà assistere alla sfida tra bianconeri e rossoneri potrà andare solo nei settori famiglia, accompagnata da fratelli, padri o figure maschili della famiglia mentre il resto dello stadio resta appannaggio dei tifosi di sesso maschile.

LE REAZIONI – “E’ una tristezza e una schifezza: io la partita non la guardo”, la reazione di Matteo Salvini, noto tifoso milanista. Per la prima volta è d’accordo Laura Boldrini, ex presidente della Camera: “I signori del calcio non dovrebbero permettersi di barattare i diritti delle donne”. Ancora più dura Giorgia Meloni di ‘Fratelli d’Italia’: “Vergogna assoluta. Sono stati venduti secoli di civiltà ai soldi dei sauditi”. Anche il Movimento 5 stelle, attraverso il sottosegretario con deleghe alle Pari Opportunità, Vincenzo Spadafora, ha espresso il proprio disappunto: “Gli interessi economici non possono prevalere sui diritti, le donne non possono essere segretate in appositi recinti”. Eppure il presidente della Lega, Gaetano Micciché, ha spiegato la scelta di giocare a Gedda: “L’Arabia Saudita è il maggior partner commerciale italiano nell’area mediorientale grazie a decine di importanti aziende italiane che esportano e operano in loco, con nostri connazionali che lavorano in Arabia e nessuno di tali rapporti è stato interrotto. La nostra Supercoppa sarà ricordata dalla storia come la prima competizione ufficiale internazionale a cui le donne saudite potranno assistere dal vivo”.

Francesco Carci

Condividi.

Riguardo l'Autore

1 commento

  1. Andrea Malavolti on

    Oggi è il giorno dell’atteso vertice contro la violenza e il razzismo negli stadi. Scrive la Gazzetta a proposito dell’incontro, che si svolgerà nel pomeriggio a Roma: “Le società, più volte, hanno fatto presente il rischio di finire ostaggio, per responsabilità oggettiva, di gruppi violenti. Ma ai club verrà chiesto uno sforzo. Si farà il punto sull’adozione del ‘codice etico’ e della nuova norma federale che permette alla società di ‘squalificare’ lo spettatore protagonista di comportamenti scorretti dentro ma anche fuori dallo stadio”. (Fonte Pagine Ebraiche)

Leave A Reply