martedì, 7 Aprile, 2020

La Tunisia vota Essebsi
un presidente laico

1

Tunisia-Presidente-laicoSi è presentato come “il presidente di tutti” ed ha incassato più di 1,7 milioni di voti in Tunisia al secondo turno contro i 1,3 milioni del rivale. Si tratta di Beji Caid Essebsi, 88 anni esponente del Partito laico, ex ministro di Bourghiba e ora nuovo Presidente della Tunisia. Il partito laico che sostiene Essebsi aveva rivendicato la vittoria già domenica alla chiusura delle urne, senza anticipare stime. Il fronte di Marzuki, di ispirazione islamica, aveva subito contestato l’annuncio, riferendo di uno scarto molto esiguo tra i due candidati.
Invece Rachid Ghannouchi, leader del partito islamico tunisino Ennahda, ha invitato tutti a non sollevare dubbi sulla regolarità delle elezioni presidenziali di ieri, che secondo i primi risultati sarebbero state vinte dal laico Beji Caid Essebsi.
“Non dobbiamo offuscare la bella immagine della Tunisia – ha detto alla tv privata Almutawasit – sollevando dubbi sui risultati del voto”. I complimenti per il nuovo eletto sono arrivati anche da parte dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa incaricata di monitorare il ballottaggio si è già congratulata con il piccolo paese nordafricano per la prova di democrazia. “Essebsi è il primo presidente eletto liberamente dall’indipendenza del 1956 e si troverà a capo di una serie di poteri determinanti, dalla difesa agli esteri alla sicurezza (oltre alla nomina del premier)”. Positivo il commento di Lady Pesc: “I tunisini hanno scritto una pagina storica nella transizione democratica del paese” trasmettendo un “messaggio di speranza a tutti i popoli che aspirano a un futuro più pacifico”. Federica Mogherini si è poi congratulata con il neo-presidente Essebsi, ricordando che l’Ue “resta determinata a lavorare con le nuove autorità e tutte le componenti della società per contribuire al consolidamento democratico” e alle riforme economiche e sociali.

Per il neo ministro Gentiloni la vittoria di Essebsi è “un fattore di stabilità”, mentre per Stefania Craxi, già sottosegretario agli Esteri e presidente dei Riformisti Italiani “l’elezione alla Presidenza della Repubblica di Caid Essebsi, uomo saggio dalle salde radici, è una buona notizia non solo per il popolo tunisino, cui mi lega un sentimento di fraterna amicizia, ma per tutti coloro che hanno a cuore la democrazia e la libertà”. Infine non mancano le congratulazioni oltreoceano il presidente Obama ha deinito la conclusione delle prime elezioni sotto nuova costituzione “un passo in avanti verso la democrazia”.

Redazione Avanti!

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply