lunedì, 24 Febbraio, 2020

Lavoro. Mattarella: No, all’uso improprio dei voucher

0

Immigrati-lavoro

Sul lavoro scende in campo Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato ha inviato un messaggio di saluto alle Giornate del Lavoro della Cgil, cominciate venerdì a Lecce. Non è un gesto che Mattarella compie facilmente. Nei primi 16 mesi al Quirinale Mattarella ha scelto di essere parco nei messaggi e alcuni congressi di partito non hanno ricevuto il tradizionale saluto del Presidente della Repubblica.

Non così per la Cgil. Il messaggio è inequivoco: basta sfruttamento, illegalità e discriminazioni nel mondo del lavoro. Bisogna mettere fine al caporalato e all’utilizzo improprio dei voucher. Il ministro del Lavoro Poletti ha confermato che in Consiglio dei Ministri si sta ragionando proprio a una modifica dell’attuale sistema dei voucher. Susanna Camusso, leader della Cgil, è tranchant: “Piccole operazioni di maquillage non servono, il voucher va abolito, perché è una forma che si presta ad abusi. Abbiamo proposto un referendum in questo senso”.

   Nel messaggio alle Giornate del Lavoro della Cgil Mattarella scrive: “Lo sfruttamento, con l’odiosa pratica del caporalato, il lavoro sommerso, le elusioni e le illegalità, come l’utilizzo improprio dei voucher, le discriminazioni trovano ancora spazio nel nostro Paese”. “Celebriamo quest’anno i 70 anni della Repubblica Italiana: il suo radicamento nel lavoro è elemento essenziale per la realizzazione della personalità di ciascuno, per la sua libertà, per la sua autodeterminazione. È partecipazione alla crescita e allo sviluppo civile del Paese. È costruzione di coesione sociale. Il livello e la qualità del lavoro improntano il volto di una comunità, sono condizione per una cittadinanza piena. In uno scenario di ripresa caratterizzata ancora da incertezza è importante cogliere e mettere a frutto i primi, concreti segnali positivi. Sono ancora troppe le persone che non ne hanno beneficiato”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply