sabato, 25 Gennaio, 2020

Le sardine: dalle piazze alla consapevolezza politica?

0

Ho sempre diffidato dello spontaneismo, considerandolo un qualcosa di non sufficientemente meditato per avere un forte connotato politico. Ciò tuttavia, l’azione delle cosiddette “sardine” nasce sotto buoni auspici. Il primo è, senza dubbio, il fatto di attestare che le piazze non sono a esclusivo appannaggio di Salvini e dei sovranisti, ma possono trovare una ragion d’essere e di riempirsi anche con gruppi di giovani organizzati che intendono far valere la propria voce. Per che cosa? Sicuramente per riaffermare dei valori che, con il populismo e il sovranismo, hanno poco a che spartire. Forse più col sovranismo che col populismo. Non possiamo infatti dimenticare che il grillismo si mobilitò proprio a partire dalle piazze, dai vaffaday del comico genovese reinventatosi statista (proprio così, ahinoi) per poi conquistare il potere dimostrando ben poche doti e poche virtù. Le “sardine” invece, sembrano voler riaffermare una presenza silenziosa di un popolo che non si piega ai diktat della destra, ma che non si ritrovano nemmeno in una sinistra salottiera.

Sarebbe bello capire come la pensano rispetto all’attuale quadro politico, se si sentono o no rappresentati dall’attuale maggioranza, se guardano con interesse a una repubblica parlamentare proporzionale o maggioritaria, che cosa pensano della nostra costituzione e di un riformismo possibile. Nel vuoto generale, possiamo accontentarci di questo spontaneismo organizzato? Possiamo pensare che, nell’incedere stanco e faticoso della maggioranza giallo rossa, sia possibile arginare la deriva sovranista con queste manifestazioni di piazza? La chiave di volta di un futuro successo delle “sardine” sarà, a mio avviso, la presa di coscienza e di consapevolezza politica di questi giovani. Se sapranno passare dalle piazze ai fatti forse, nel nostro paese, potremo contare su una nuova speranza di ravvivare un clima democratico troppo funesto.

Leonardo Raito

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply