lunedì, 14 Ottobre, 2019

Fano. Sondaggio sul simbolo, vince il garofano

0

Si è conclusa la festa dei socialisti che si è svolta dal 13 al 15 settembre a Fano, comune delle Marche guidato da un sindaco socialista. Numerosi gli ospiti della kermesse del PSI – sindacati, parti sociali, partiti e leader del PSE – che si sono confrontati sui temi che riguardano l’agenda politica, come lavoro, istruzione, sanità, autonomia regionale, economia e ruolo dell’Italia in Europa. “Tre giorni di dibattiti – ha detto il segretario del PSI, Enzo Maraio chiudendo la Festa – che sono serviti a confrontarci con chiarezza su questioni che non possono essere rimandate, a partire dalla prossima legge di stabilità che deve dare una sferzata positiva sulla questione degli investimenti necessari per andare incontro alle fasce più deboli del Paese. Aumentare l’IVA – ha aggiunto – sarebbe una scure sul Paese”.

Facendo un passaggio sulla maggioranza di governo, Maraio ha aggiunto: “I socialisti hanno confermato un sostegno responsabile a questo governo ma saranno vigili, giorno per giorno, perché il programma riformista annunciato dall’esecutuvo giallo rosso venga messo in atto”. La festa si è conclusa con la presentazione dei risultati della consultazione on line, aperta agli scritti e ai non iscritti al Psi, sul restyling della veste grafica del simbolo del partito. Hanno votato, per tutto il mese di agosto, circa dieci mila persone. La scelta era tra: 1) il simbolo attuale che ha uno sfondo rosso, un richiamo al tricolore e a una rosa 2) un garofano, per richiamare la storica tradizione iconografica del Psi 3) un logo con la scritta ‘Avanti’, che si rifà il nome della testata del Psi 4) una rosa stilizzata, invece, nella quarta opzione, che ricorda l’inonografia dei simboli dei partiti socialdemocratici e laburisti europei. Vince il simbolo con il garofano al centro, con il 50,3% dei voti. La decisione sulla veste grafica del simbolo è stata rinviata al consiglio nazionale del PSI.

“I socialisti sostengono questo governo con senso di responsabilità. Abbiamo contribuito a scrivere parte del programma e verificheremo punto per punto punto affinché temi come lavoro, scuola, welfare, vengano rispettati fino in fondo. Non faremo mancare il nostro contributo, verificheremo nel corso dell’azione di governo. I socialisti sono “politicamente corretti”, nonostante ad oggi non facciano parte della compagine di governo”. Lo ha detto il segretario del PSI, Enzo Maraio, durante il confronto con il neo Ministro della Salute, Roberto Speranza, alla festa dei socialisti in corso a Fano.

“Alle consultazioni con il presidente del Consiglio Conte abbiamo messo in evidenza la necessità che questo governo si concentrasse sulle fasce più deboli della società e siamo contenti – ha proseguito – che oggi il presidente del Consiglio abbia fatto un sopralluogo proprio nelle zone del terremoto che ha colpito le Marche. Noi abbiamo investito su questo esecutivo perché c’era la necessità di mettere all’angolo la destra illiberale di Salvini. Saremo vigili”- ha proseguito. “Abbiamo dato una fiducia “al buio” ma verificheremo ogni provvedimento contenuto nel programma del governo”. Riferendosi ai partiti della maggioranza di governo, ha sottolineato: “Il M5S deve uscire dalla logica del partito antisistema. E noi nel centrosinistra dobbiamo fare un salto di qualità, non possiamo dividerci continuamente, dobbiamo far prevalere il senso di unità”- ha aggiunto.

La “Festa dei Socialisti” si terrà il 13, 14 e 15 settembre e  avrà luogo a Fano (PU), a Marina dei Cesari – Porto Turistico (Lungomare Mediterraneo 26). La festa si aprirà venerdì 13 settembre alle ore 16.30 con l’inaugurazione dell’evento, a cui prenderà parte, tra gli altri, Massimo Seri, sindaco socialista di Fano. Venerdì 13 alle 18 ci sarà un confronto, dal titolo, ‘Per un nuovo centrosinistra’, con il segretario del Psi, Enzo Maraio e il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Alle 19.30, Riccardo Nencini, presidente del consiglio nazionale del Psi, terrà un dibattito con Arturo Scotto di Mdp e Matteo Ricci, sindaco di Pesaro.
La giornata del 14 sarà dedicata ai tavoli tematici, ‘Le sfide dei socialisti per il futuro dell’Italia’: lavoro, infrastrutture, giustizia, istruzione, welfare, giovani e sanità. Alle ore 17 di sabato 14 settembre è prevista la presenza Marije Laffeber, vice segretaria del PSE, che parlerà di Europa con Pia Locatelli, Bobo Craxi e altri. Alle 18.00 si terrà un dibattito con Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna, Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania e Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia sui temi delle riforme e dell’autonomia differenziata. Domenica 15 settembre la giornata sarà dedicata alla presentazione del sondaggio on line sul restyling del nuovo simbolo del Psi. Alla kermesse parteciperanno partiti, associazioni del terzo settore, sindacati.

La prima giornata

La seconda giornata

Il programma

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply