mercoledì, 22 Maggio, 2019

L’Europa alle urne. Parte la campagna #stavoltavoto

0

Mai come questa volta le elezioni per il rinnovo del parlamento europeo hanno una valenza fondamentale. Di fronte all’avanzare dei sovranismi, e delle forze euroscettiche portatrici di valori dalla forte impronta nazionalista e spesso xenofoba, rischia di essere messo in discussione il concetto stesso di Unione Europea. Sappiamo tutti quanto ci sia da lavorare per cambiare e per migliorare le istituzioni della UE. Quanto spesso appaiano astratte e lontane dai cittadini. Ma basta fermarsi un attimo per le strade delle nostre città, lungo i sotterranei delle metropolitane e ci accorgiamo che il metrò che prendiamo ogni giorno per andare al lavoro o all’università è stato realizzato proprio grazie ai fondi europei. Non è uno slogan affermare che l’Europa siamo noi, perché davvero l’Europa ci entra in casa, ci aiuta nella vita quotidiana più di quanto pensiamo. Anzi, occorre sapere che oggi la maggior parte delle decisioni si prendono a Bruxelles. E questo ci deve far capire quanto sia importante essere partecipi di queste decisioni. Perché, contrariamente a quanto propaganda la vulgata populista, tutto il meccanismo delle istituzioni che compongono la UE sono frutto di una scelta elettorale di fondo. Noi eleggiamo i nostri rappresentanti che a loro volta comporranno un accordo e eleggeranno le commissioni e il Presidente della Commissione Europea…e così via in base alle regole della democrazia rappresentativa. E’ vero che il sistema UE è decisamente complesso e articolato. Comprende una varietà di organi che svolgono le più svariate funzioni e hanno le loro regole. Allora è bene conoscerle queste regole, e conoscere cosa sia effettivamente l’Unione Europea. I lavori dell’ottava legislatura si concluderanno il 18 aprile 2019. Con le elezioni dirette che si terranno dal 23 al 26 maggio (in Italia si vota il 26) i cittadini degli Stati Membri eleggeranno i deputati per formare la nuova Assemblea.

Per l’importanza che oggi assume questa tornata elettorale il Servizio Stampa del Parlamento Europeo ha creato un sito molto innovativo, chiaro e intrigante per le nuove generazioni. Un sito multilingue. Quello che possiamo o vogliamo utilizzare in italiano è www.cosa-fa-per-me-l-europa.eu . Contiene centinaia di articoli (brevi e di facile lettura) che forniscono esempi dell’impatto concreto che la UE ha sulla vita dei cittadini (come abbiamo accennato prima). Gli utenti possono facilmente trovare informazioni specifiche su ciò che l’Europa fa per la loro regione, la loro professione o il loro passatempo preferito. Per non parlare delle innumerevoli opportunità che l’Unione offre ai più giovani (anche ai meno giovani, in un articolo di circa un anno fa ho spiegato cosa sia il PEPP, ovvero il programma pensionistico integrato pensato proprio per come è articolato oggi il mondo dei lavori e quanto sia importante tutelarlo. E lo si può fare solo in un’ottica comune ndr.). Inoltre questo sito spiega nel dettaglio e in modo trasparente tutte le dinamiche che regolano le istituzioni in questione.

In aggiunta è partita la campagna #thistimeimvoting #stavoltavoto.

Gruppi di giovani volontari stanno organizzando una campagna di base paneuropea per coinvolgere più persone nelle elezioni europee e incoraggiarne il maggior numero possibile a votare. La piattaforma www.thistimeimvoting.eu è stata è stata lanciata dal Parlamento Europeo in 24 lingue. Sostiene oltre 150 mila volontari in tutti gli Stati membri. Thistimeimvoting.eu è una comunità non di parte, dedicata alla sensibilizzazione democratica: “Non basta sperare in un futuro migliore. Questa volta ognuno di noi deve assumersi la responsabilità di ciò!” .

Andate sui link web. Iscrivetevi sulle piattaforme e scoprirete quanto siamo tutti più vicini di quanto crediamo. Oggi è in atto un tentativo fortissimo per disgregare il progetto europeo. Ma sarà un tentativo vano. Moltissimo c’è da cambiare, moltissimo c’è da fare. Tantissimi errori, anche drammatici, sono stati fatti. Ma per cambiare occorre esserci, partecipare, lavorare, sentirsi parte di un progetto comune.

Fa molto riflettere che, sempre contrariamente a quanto venga fatto credere, l’età media dei funzionari europei è molto giovane. Le Commissioni e gli altri uffici hanno responsabili che non superano i quarant’anni. I dirigenti dell’ufficio stampa sono ragazze e ragazzi brillanti, che amano la musica e il cinema e hanno tanta voglia di viaggiare e conoscere.

Bello è che i più dinamici dirigenti dell’ufficio stampa e comunicazione sono italiani.

Maurizio Molinari, Lucia Pecorario e Federico De Girolamo (esperto bassista partenopeo)

Per #stavoltavoto andate su www.stavoltavoto.eu (come già detto in tutte le lingue)

Per il kit stampa www.europarl.europa.eu/news/it/press-room/election-press-kit

Per l’Ufficio Stampa Italia www.europarl.europa.eu/news/it/press-room/elections-press-kit/9/contatti

Per guardare le testimonianze dei giovani volontari www.youtube.com/watch?v=y2eCbGIL58M

Infine ecco i link fondamentali per avere aggiornamenti sui lavori del Parlamento e della Commissione:

Tweeter @PE_Italia

FaceBook @parlamento.europeo.italia

Partecipiamo insieme, costruiamo insieme e cambiamo il nostro futuro insieme.

MASSIMO RICCIUTI

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply