martedì, 25 Giugno, 2019

Libia, Boldrini: “Governo non ha saputo mediare”

0

Ci avevano provato i francesi di Macron a mettere d’accordo le due parti in lotta, ci ha provato per anni l’Onu, mentre l’Italia era rimasta a guardare senza riuscire nemmeno a far dialogare il generale Haftar e il presidente Fayez al-Sarraj. Eppure il Governo appena insediato aveva fatto passare Palermo come città dove Roma era riuscita a far trovare la pace ai due leader della Libia.
Invece nella notte si è venuto a sapere di scontri armati tra milizie di Haftar e del governo di accordo nazionale libico di Tripoli e di movimenti di truppe a Tripoli in diverse direzioni. Haftar aveva lanciato nei giorni scorsi una “campagna per bonificare l’ovest del Paese dalla presenza di milizie criminali”.
Il Consiglio presidenziale di cui è capo il premier Fayez al-Sarraj ha ieri emesso una dichiarazione per denunciare gli ordini impartiti da Haftar alle sue truppe di avanzare verso Tripoli definendoli “annunci provocatori” tra l’altro perché esortano a “liberare la capitale”, riporta il sito Libya Observer. Nel frattempo le forze dell’Esercito nazionale libico (LNA) del generale Khalifa Haftar sono a 100 chilometri a sud della capitale Tripoli. Il Libyan National Army è entrato nella città di Gharian.
Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, si è detto “profondamente preoccupato per le manovre militari che si svolgono in Libia e per il rischio di scontri”. Guterres, arrivato ieri sera a Tripoli, insiste che “non esiste una soluzione militare. Solo il dialogo intra-libico può risolvere i problemi libici”.
“Siamo preoccupati per quanto sta accadendo in Libia e approfitto per chiedere a tutti una soluzione”, ha dichiarato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, durante la colazione di lavoro nel G7 di Parigi dedicata alla ‘lotta contro il traffico dei migranti e le reti dedicate alla tratta’ di esseri umani. E Laura Boldrini precisa: “Il governo, che dopo la conferenza di Palermo aveva dichiarato che tutti i problemi erano risolti, riferisca con urgenza in parlamento su questa situazione e sulle iniziative che intende intraprendere”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply