sabato, 28 Novembre, 2020

Lightscape, design attuale e rilettura della tradizione

0

Pattern astratti, colori fluo, tessuti trasparenti e impalpabili, sono gli arazzi contemporanei di Luisa Longo, che sovvertono le regole di un oggetto dalla storia millenaria

La collezione

In anteprima a EDIT Napoli, la fiera di design editoriale che si svolge dal 16 al 18 ottobre, dopo le esposizioni di rilievo internazionale delle opere riguardanti le architetture dipinte su seta e organza, Luisa Longo presenta Lightscape, la collezione di arazzi e pannelli dipinti e ricamati su tessuto, realizzati a mano, opere che sposano in pieno la combinazione di design contemporaneo e artigianalità d’eccellenza, caratteristiche della fiera partenopea.

Le opere realizzate da Longo rivisitano in chiave contemporanea un oggetto decorativo antichissimo, l’arazzo, il cui uso risale già alla Grecia tardo ellenica e all’antico Egitto.

Una rilettura in chiave attuale che tiene conto delle mutate esigenze di tutti noi e della rilevanza determinante che la casa ha assunto nelle nostre vite. «Adesso che l’ambiente domestico è tornato a essere di importanza centrale– spiega la designer- si afferma più che mai la necessità di prendersi cura della casa in quanto elemento fondante della qualità della nostra vita».

La collezione Lightscape recupera, infatti, una tradizione lontanissima nel tempo e ne sovverte le regole, per dare corpo a un oggetto che, sebbene arrivi a noi attraverso una storia millenaria, ha un decór pienamente attuale. Lo si nota già a partire dai materiali adottati -non i tessuti compatti e spessi tipici delle lavorazioni tradizionali ma le fibre leggere e trasparenti del taffetà- dalle tinte utilizzate -colori vibranti, ricchi di sfumature iridescenti, lontani da ogni modello classico-, così come dai soggetti che abbandonano ogni forma di figurazione a favore di pattern astratti dalle sfumature fluo.

Design contemporaneo e antico saper fare

Per ogni opera Longo ha disegnato un motivo a tondi di diverse dimensioni e colori, dipingendolo sul taffetà precedentemente sagomato e cucito da sarte esperte. Successivamente sul pannello sono stati aggiunti inserti ricamati in diverse tonalità e forme, realizzati da maestranze locali a partire dal disegno di Longo, seguendo un ritmo cromatico in accordo con il motivo dipinto.

Per i ricami Longo si è affidata al know-how di alcune artigiane romane, che fanno uso di tecniche tradizionali di decorazione su stoffa, eseguendo a mano ogni intervento sui pannelli, con particolare perizia e cautela vista la delicatezza del tessuto utilizzato.

«Lavorare un tessuto così delicato come il taffetà non è affatto semplice -afferma la designer- in tutte le sue fasi, dalla cucitura alla pittura e poi al ricamo, occorrono tecniche e attenzioni particolari, che solo mani esperte posseggono, a ogni passo si rischia di rovinare tutto il lavoro, eppure è proprio per via di questa consistenza eterea della stoffa, di questo lavoro certosino di sarte e ricamatrici che la bellezza prende corpo».

Si conferma una pratica consolidata, che ritroviamo in tutta la produzione dell’autrice, che unisce creatività contemporanea e antico saper fare, modalità produttive di alta qualità e cura per il dettaglio artigianale.

Nella collezione Lightscape, così come in buona parte della sua produzione, Longo fa uso di tinte e tecniche pittoriche che rendono il colore vibrante, ricco di particolari effetti iridescenti e donano profondità alla superficie dipinta. Così le forme disegnate, che sono segni grafici e campiture di colore piatto e uniforme, acquistano tridimensionalità, si accendono di gradazioni cangianti.

Dal disegno al cucito, dalla pittura al ricamo, l’intera filiera di produzione dei pannelli è rigorosamente handmade, ogni pezzo è unico e tuttavia viene creato a partire da una matrice che garantisce la possibilità della produzione di una piccola serie di pezzi in tempi brevi.

Le opere di Longo presentate a EDIT Napoli nascono sia per essere appese a parete sia per decorare elementi di arredo come divani, tavoli e letti.

Luisa Longo

L’attività di Luisa Longo è caratterizzata dall’idea di ibridazione e sconfinamento di design, artigianato e arte, in particolare la fiber art, che vede l’uso di tecniche miste su stoffa.

L’opera di Longo si snoda attraverso tre decenni di produzione che l’hanno vista esporre in alcune fra le maggiori istituzioni internazionali di arte e design del mondo.

Con l’obiettivo di mettere in relazione arti decorative, pittura e design, Longo si muove sulla scia del concetto di opera d’arte totale e delle pratiche della Bauhaus, prendendo le mosse dall’opera della designer e tessitrice tedesca Gunta Stölzl, della designer Sonia Delaunay e della pittrice Dorothea Tanning, così come mutua dal movimento Arts and Crafts l’idea di far entrare la bellezza nella vita quotidiana di tutti.

Originaria di Bologna, Luisa Longo vive e lavora a Roma.

www.luisalongo.it

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply