venerdì, 6 Dicembre, 2019

Luca Fantò
Le proposte socialiste per la scuola

0

E’ appena giunta la notizia che tutti aspettavano ma nessuno credeva potesse arrivare.
Il Presidente della Repubblica ha rimandato alle Camere il Decreto legge che, tra le altre cose, prevede il concorso per l’assunzione di nuovi docenti.

Purtroppo tale Decreto presenta criticità già segnalate dal PSI e non solo. Stupisce che il Ministero non abbia voluto porre rimedio da subito evitando uno stop così clamoroso.
Il PSI ha preparato una serie di modifiche proprio su quello che sembra il principale nodo da sciogliere, i criteri di ammissione al concorso. Modifiche che nel fine settimana verranno inviate al Ministero e poi, qualora non venissero accolte, verranno presentate dagli eletti del PSI in sede di approvazione parlamentare.

Ma il PSI manifesta anche la sua preoccupazione per la mancanza di fondi per università, istruzione e formazione. Lo stesso Ministro Fioramonti, che appena nominato a viale Trastevere aveva promesso di trovare i tre miliardi necessari per “mettere al passo coi tempi la scuola italiana”, minaccia di dimettersi.
Insomma, ancora una volta la scuola soffre e con essa gli alunni, le loro famiglie e l’intero personale scolastico. Ancora una volta sono le pari opportunità per i nostri giovani ad essere negate.

Luca Fantò
Referente nazionale PSI scuola

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply