martedì, 19 Novembre, 2019

Luca Fantò
Scuola, una legislazione per salvare quelle di montagna

0

La scuola pubblica italiana ha il dovere di offrire ai propri cittadini pari opportunità. Pari opportunità che non possono che essere la conseguenza dell’impiego di tutte le risorse necessarie al miglior funzionamento dell’Istituzione scolastica.
Per questo noi socialisti rispondiamo all’appello del Dirigente Scolastico Lattanzi che ha denunciato come le scuole di montagna, da tempo, si trovino ad affrontare enormi difficoltà. Difficoltà che, con lo spopolamento delle aree montane, diventano quasi insormontabili.
Il Dirigente Lattanzi chiede più risorse, chiede che si torni al numeroso massimo di 12 alunni per pluriclasse, chiede che venga modificato il DPR81/09 e soprattutto una legislazione che salvaguardi la montagna.

Quello del Dirigente Scolastico abruzzese non è che l’ennesimo allarme che viene dal mondo della scuola pubblica. Noi socialisti italiani da anni ci battiamo per la scuola pubblica, per debellare la piaga del precariato nella scuola pubblica, per restituire alla scuola pubblica italiana e a chi in essa agisce, dignità ed efficacia.
Il PSI scuola chiederà ai parlamentari di intervenire in sede legislativa per modificare il DPR 81 e sostenere una nuova legislazione sulla montagna.

Luca Fantò
Referente nazionale PSI scuola

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply