sabato, 4 Aprile, 2020

Luca Fantò
Si apre male l’anno 2020 per il Veneto

0

Il Psi del Veneto esprime solidarietà all’ex deputato Scotto, aggredito a Venezia da un gruppo di “minus habentes” che inneggiava al duce.
Nel nostro Paese si sta da tempo cercando di “sdoganare” il ricordo dell’abominio fascista. Molti, alcuni sperandolo e altri per opportunismo, scrivono su molte testate e dichiarano in televisione come il fascismo sia un’esperienza superata. E’ evidente come ciò non sia. Quante aggressioni fasciste abbiamo avuto nel 2019? Molte, troppe per essere il retaggio morente di un’epoca passata.
Una parte del mondo politico sta cercando di ridurre gli spazi della rappresentanza, il 48% degli italiani non sarebbe pregiudizialmente contrario ad un “uomo forte” al potere. La nostra società è frammentata, vittima delle troppe, ingannevoli, campagne elettorali permanenti che cercano di raschiare il fondo del barile del consenso. Tutto ciò è rischioso.
Noi socialisti del Veneto crediamo che sia necessario che tutte le forze democratiche denuncino come il fascismo sia vivo, serpeggi nella nostra società alimentato da chi, per interesse personale e di potere, punta sull’accidia, sull’ignoranza ed anche sull’incapacità di discernere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato.

Luca Fantò
Segr. reg. PSI del Veneto

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply