mercoledì, 30 Settembre, 2020

Socialisti e verdi vincono le elezioni municipali in Francia

1

Nel silenzio generale della stampa italiana si sono svolte le elezioni municipali in Francia (secondo turno). A Parigi trionfa il sindaco socialista Anne #Hidalgo, rieletta con il 48,7 per cento dei voti. Socialisti, Verdi e pezzi di sinistra, in alleanza hanno vinto le elezioni a Bordeaux (la destra non avrà più un sindaco dopo 73 anni) Marsiglia, Grenoble, Poitiers, Annecy, Tours, a sospesa ache a Lille con la già ministro socialista Martine Aubry. Aumenta il voto ambientalista, male il partito centrista “En Marche” di Macron. Da non sottovalutare un livello massimo di astensione (59%). La destra (Rassemblement national) mirava a governare le grandi città, non gli resta che vincere a Perpignan (100mila abitanti).
Le elezioni municipali francesi, dimostrano che il sovranismo e le sirene populiste, si vincono solo con il buon governo a sostegno dei cittadini e con l’unità del popolo delle sinistre.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

1 commento

  1. Avatar
    Paolo Bolognesi on

    A proposito di “unità del popolo delle sinistre”, io credo siano da farsi distinzioni affatto secondarie, dal momento che, per quanto ne so, la sinistra francese mi sembra essere a guida socialista, diversamente da quella nostrana, dove predomina abbondantemente la cultura politica post-DC e post-PCI (questo mi parrebbe essere un dato piuttosto oggettivo e, se non sbaglio, anche largamente riconosciuto).

    In tale contesto di casa nostra non vedo quale spazio possa avere il socialismo liberale e riformista, che a mio avviso dovrebbe invece cercare di “smarcarsi” dalla suddetta egemonia, anche guardando ad altre alleanze, a cominciare semmai proprio dalle elezioni municipali (salvo il ritenere che si debba andare verso un socialismo più marcatamente “massimalista”, ma allora non dovremmo più parlare di riformismo come siamo usi fare).

    Paolo B. 01.07.2020

Leave A Reply