venerdì, 21 Febbraio, 2020

Marcello Lippi: “Avanti Italia! Dopo la vittoria di ieri inizia un altro Europeo per noi”

0

Gli Azzurri vincono e convincono. Dopo un inizio timido che sembrava riproporre lo schema poco brillante a cui ci aveva abituato gli anni passati, l’Italia riscopre la grinta con il volto di Balotelli e Cassano e vola ai quarti di finale conquistando il secondo posto del girone, dopo la Spagna. Da Danzica non arrivano biscotti e le Furie Rosse battono la Croazia per 1-0 con il goal di Navas. «Dobbiamo considerare che l’Italia ieri, dal punto di vista psicologico, è arrivata all’appuntamento con una grande tensione e un grande timore»: ad affermarlo, dalla lontana Cina, è l’ex tecnico della Nazionale Marcello Lippi intervistato in esclusiva dall’Avanti!online. Lippi, commentando la prova degli irlandesi ha detto che «l’Irlanda ha fatto una prova ottima ma ha trovato un’Italia determinata».

AVANTI! – Escono carichi gli Azzurri dagli spogliatoi dopo la pausa del primo tempo. In seguito al goal messo a segno da Cassano, il tecnico Prandelli schiera in campo le punte e c’è aria di attacco. La partita si fa più fluida, e la Nazionale inizia a non subire più la fisicità degli irlandesi ma a farli “ballare” un po’. Così Balotelli entrato in gioco mette a segno il suo capolavoro e l’Italia passa ai quarti. Avanti Italia!

Mister Lippi, la Nazionale porta a casa il risultato e sembra riscoprire una nuova grinta.

Nonostante il timore iniziale, che si è avvertito nella primissima parte della gara di ieri, l’Italia ha passato il turno. Dobbiamo considerare che gli Azzurri, dal punto di vista psicologico, sono arrivati all’appuntamento con una grande tensione e un grande timore. Le sorti della qualificazione non dipendevano soltanto dal nostro risultato ma c’era il rischio che anche in caso di vittoria non saremmo passati comunque. Ieri l’Italia ha fatto una discreta partita, ottimizzando ulteriormente la strategia rispetto alle ottime partite già giocate contro Spagna e Croazia. Soprattutto quella contro la Croazia è stata un’ottima prova e avrebbe potuto essere una vittoria.

Prandelli e Trapattoni, allievo contro maestro. Come le è sembrato questo “scontro”?

Con il passare degli anni succede sempre più spesso che si possano incontrare ex giocatori con allenatori che continuano con entusiasmo a svolgere la loro attività. La cosa importante è che, per la prima volta, l’Italia sia riuscita a vincere. L’Irlanda ha fatto due anni strepitosi ma forse non è arrivata al massimo della condizione all’appuntamento dell’Europeo e, soprattutto, ha trovato tre avversari preparati come Italia, Spagna e Croazia. Anche ieri l’Irlanda ha fatto una prova ottima ma ha trovato un’Italia determinata. Il cambio di strategia di Prandelli, più proiettato in avanti, si è rivelato una scelta vincente.

Cosa si aspetta ora?

A questo punto comincia un torneo differente. È come se fosse un nuovo torneo nello stesso torneo: un conto sono le qualificazioni e altro conto sono gli scontri diretti dentro o fuori. Ora comincia una fase in cui saranno importanti gli stati d’animo: ogni squadra ce le metterà tutta e può succedere di tutto. Vediamo chi sarà il prossimo avversario dell’Italia, se la Francia o l’Ucraina. Certo, tra le due squadre c’è differenza dal punto di vista tecnico ma non è detto che giocare contro l’Ucraina sia più facile perché gioca in casa e, nonostante le sue difficoltà, ci metteranno tanta grinta.

Se gli Azzurri portassero a casa l’Eurocoppa aiuterebbe il calcio italiano a ripulire l’immagine derivante dallo scandalo del calcio scommesse?

Quando si parla di campionati europei si parla di sport, si parala di calcio e basta. Non c’è niente da ripulire. Chi deve ripulire qualcosa lo deve fare in altri contesti.

Roberto Capocelli

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply