giovedì, 28 Maggio, 2020

Grazia Cucinotta madrina del Film Fest dei Castelli Romani

0

Sarà l’attrice e produttrice Maria Grazia Cucinotta la madrina della terza edizione di Castelli Romani Film Fest Internazionale, che si terrà dal primo al 6 ottobre in alcune famose località dei Castelli Romani: Ariccia – Sala maestra di Palazzo Chigi; Frascati – Scuderie Aldobrandini; Grottaferrata – Cinema Alfellini; e Lanuvio – Cinema Teatro Don Bosco.

Il Fest, continuando il suo sodalizio con gli enti locali territoriali e rinnovando la collaborazione con la Romalazio Film Commission e la Regione Lazio, sta ampliando i suoi orizzonti. Quest’anno, infatti, sarà presente l’Istituto di cultura bulgaro in Italia, che ha organizzato incontri e dibattiti.

Proprio in questi giorni, una delegazione guidata da Marco Di Stefano, presidente del festival, e dal presidente della Romalazio Film Commission, Luciano Sovena, è a Varna, in Bulgaria, per il festival Golden Rose, per attivare rapporti con la National Film Bulgarian, per uno scambio di film tra i due festival e promuovere iniziative per future coproduzioni tra i due Paesi.

Grazie alla collaborazione con Agiscuola, con la direzione generale della locale Azienda sanitaria, e con registi e videomaker professionisti, gli studenti dei Castelli Romani verranno coinvolti in percorsi didattici finalizzati alla realizzazione di cortometraggi sui temi di grande attualità del disagio giovanile e delle tematiche ambientali. I cortometraggi prodotti dagli studenti faranno parte di
una rassegna speciale con relativi premi.

La giuria del Festival è formata da personalità del cinema e della cultura: il presidente Marcello Foti, direttore Centro sperimentale di cinematografia, il direttore della fotografia Blasco Giurato, Sergio Fabi di Cinemotore, Angelo Bassi, attore e produttore, Fiammetta Fiammeri, presidente Agiscuola Lazio, Elena Bonelli, attrice e cantante, Paola Favale, direttore casting, Giulia Bianconi, giornalista esperta di cinema. Ai premi ufficiali si affiancheranno i premi alla carriera e quelli del pubblico.

I film partecipanti, lo ricordiamo, sono stati prodotti dopo il primo gennaio 2018 e sono stati scelti da un comitato scientifico nominato dalla fondazione organizzatrice.

Per l’apertura di martedì 1 ottobre al cinema Alfellini di Grottaferrata, Giorgio Colangeli, Lidia Vitale e il regista Francesco Carnesecchi, per presentare il film “La partita”, e di Anna Ferraioli Ravel, Claudio Bigagli e il regista Alessandro Tamburini per il film “Ci vuole un fisico”. Entrambi i film sono opere prime e ie proiezioni verranno anticipate da due corti.

In occasione del trentesimo anno del Polo Museale di Palazzo Chigi di Ariccia, è stata organizzata una rassegna parallela, con tavole rotonde sulla storia dello storico edificio e la proiezione di alcuni dei film che hanno usato come location gli interni del palazzo principesco, come “Il Gattopardo” (1963) di Luchino Visconti, “I sogni nel cassetto” (1957) di Renato Castellani e “Il brigante Musolino” (1950) di Mario Camerini.

Inoltre, nel corso del Festival, è stato previsto un ampio spazio per le visite guidate ai prestigiosi poli museali delle città coinvolte, con serate di gala alla presenza dei protagonisti dei film in concorso.

La proiezione speciale di “Il crimine non va in pensione” di Fabio Fulco, uno dei film in concorso, si terrà nell’auditorium del polo ospedaliero INI di Grottaferrata, dove i pazienti ricoverati potranno passare una piacevole serata con il cinema e contribuire con il loro giudizio ai premi del pubblico.

Antonio Salvatore Sassu

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply