domenica, 31 Maggio, 2020

Mauro Broi
La Commissione di Garanzia e la risposta ai socialisti candidati in LeU

0

Carissimi,
La presente per informarvi di alcune importanti rilievi scaturiti dai lavori della Commissione di Garanzia, della Federazione di Milano, nei confronti di alcuni Compagni/e che hanno assunto delle scelte politiche, individuali che si contrappongono e sono fortemente alternative agli interessi politici ed elettorali del PSI. La trasparenza delle valutazioni e la chiarezza dei fatti e dei comportamenti escludono e non giustificano alcun vittimismo strumentale o pseudo campagne di persecuzioni individuali o di caccia alle streghe. Lo diciamo perché in piena campagna elettorale tutto è possibile e non ci sono limiti all’ipocrisia. Mai come in questo caso ognuno è padrone del proprio destino.
Veniamo ai fatti: La Commissione di Garanzia, della Federazione di Milano Metropolitana, si è riunita per verificare, su segnalazione formale, del Segretario Regionale, dichiarazioni pubbliche e documentate, scelte e conseguenti iniziative politiche dei Compagni: Biscardini Roberto, Felice Besostri, Alfonso Barilaro, Rita Rigitano e Michele Addante.
Alfonso Barilaro e Roberto Biscardini hanno pubblicamente e in più occasioni dichiarato di votare e sostenere Liberi e Uguali e Loro candidati, partecipando attivamente alle iniziative pubbliche dalla stessa formazione politica. Sostenendo di fatto un partito in contrapposizione allo stesso PSI, invitando apertamente gli stessi nostri iscritti a non votare e non candidarsi nel nostro partito, ma sostenere e candidarsi nelle liste di Liberi e Uguali. Un comportamento sleale, un attacco al partito che si commenta da solo.
Felice Besostri e Rita Rigitano , ai quali era stata offerta la candidatura nelle nostre liste, hanno invece accettato la candidatura nelle Liste di Liberi e Uguali. Una decisione, che rispettiamo, una scelta di campo netta che di fatto li colloca fuori dal PSI e dagli organismi. Così come per Michele Addante candidatosi in “Energie per la Lombardia” all’interno dello schieramento di centro destra. Tutti gli interessati sono infatti, ad oggi, direttamente o di diritto, eletti dal Congresso, all’interno degli Organismi di partito ( Direttivo Provinciale).
La Commissione, in piena autonomia, ha ritenuto, tali comportamenti inconciliabili con l’appartenenza al partito e con la presenza negli stessi Organismi . Di conseguenza ha comunicato Loro tale incompatibilità. Nei limiti di tempo previsti dal Regolamento , ogni interessato può se vuole, far pervenire le proprie controdeduzioni, alle osservazioni della Commissione di Garanzia e la stessa si riconvocherà per discutere nel merito. Conclusa la dinamica dei fatti e riassunta la posizione della Commissione è utile collocare questa vicenda in un contesto politico più ampio che spesso viene richiamato nel confronto politico interno alla Sinistra. A differenza di altri movimenti politici che si rifanno alla sinistra compreso Liberi e Uguali, (che, tra l’altro, mai ha fatto propria o utilizzato la parola socialista, anzi la osteggiata nella scelta stessa dell’ acronimo precedente a LeU), la nostra scelta politica è quella di stare nella coalizione di centrosinistra per tentare di battere il centro destra e i rigurgiti fascisti che sempre più prendono piede, con la sottovalutazione e a volte l’indifferenza. Così nacque il fascismo. La nostra non è una lista civetta al servizio del PD. Tutt’altro. Vogliamo rafforzare il centro sinistra e indebolire il PD. Certo perché questo avvenga tutti i socialisti e non solo, devono votare il nostro simbolo, la nostra Lista a livello Regionale e Nazionale. Se nelle politiche dovessimo raggiungere il 3%, avremmo 18 deputati circa a scapito del PD. Quindi all’interno della coalizione c’è una sana e positiva competizione e noi possiamo e dobbiamo vincerla. Non lasciamoci condizionare dai sondaggi e soprattutto da quanti pur dichiarandosi socialisti ci osteggiano e ci dileggiano in ogni occasione in un crescendo di astio, e che pur di fare un dispetto a “qualcuno” sono disposti a far vincere la destra.
In questi ultimi giorni di campagna elettorale dobbiamo impegnarci al massimo, con convinzione ed ottimismo, senza se senza ma, per ottenere un risultato utile e dignitoso per il nostro Partito e per il Paese. Viva il PSI.

Il Segretario
Mauro Broi

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply