martedì, 21 Maggio, 2019

Mediaset si oppone al diritto di voto dei francesi Vivendi

0

La guerra Milano Parigi entra nel vivo in attesa cda del prossimo 25 luglio. Il Cda di Mediaset riunitosi a Cologno Monzese prima dell’assemblea ha ritenuto che Vivendi e Simon Fiduciaria non siano legittimati all’esercizio dei diritti amministrativi (ivi incluso il diritto di voto) inerenti alle azioni Mediaset detenute dagli stessi. Quindi nonostante i francesi detengano il 29,9% dei diritti di voto di Mediaset non avranno alcun ruolo attivo.
“Sarà un progetto fatto da Mediaset, il motore è Mediaset. Vivendi entra in qualità di socio Mediaset e non ha nessuna parte attiva. Forse”, ha detto Pier Silvio Berlusconi, “è un loro sogno”. Per ora “con loro, siamo in causa. Noi guardiamo avanti e non vogliamo guardare indietro”, ha proseguito, “è una vicenda brutta, certo a nessuno piace stare in Tribunale, ma abbiamo a che fare con questi soggetti, andiamo avanti con la nostra strada e guardiamo al futuro”.
Il cda di luglio di Mediaset deciderà se distribuire o meno la cedola sul bilancio 2018 e quindi quella data può essere presa come una scadenza per la definizione del progetto di creare un broadcaster paneuropeo delle tv generaliste.
Pronta la replica dei francesi che “condannano” la decisione del consiglio di amministrazione di Mediaset e promettono ricorsi in tribunale. In una nota, Vivendi sostiene che né l’accordo dell’8 aprile 2016, né la decisione dell’Agcom di aprile 2017 né altre leggi possano impedirle di votare.
Il board si è opposto alla richiesta di Vivendi e di Simon di esercitare i diritti di voto inerenti la partecipazione Vivendi (113.533.301 azioni) e la partecipazione Simon (226.712.212 azioni). Per quanto riguarda quest’ultima il Cda non ha consentito neanche la partecipazione ai lavori assembleari, mentre potrà parteciparvi Vivendi, “tenuto conto dell’interesse della società alla stabilità delle delibere assembleari e dell’esistenza di pronunce giudiziali solamente nei confronti di Simon Fiduciaria”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply