martedì, 24 Novembre, 2020

Mes, scuola e trasporti. I passi decisivi del Governo

0

Il nuovo Dpcm emanato dal Governo mette in campo misure responsabili per provare ad evitare il peggio con un nuovo lockdown. Sulla conferenza stampa del Premier Conte però non condivido le motivazioni per non attivare il Mes. In un modo quasi subdolo Conte dichiara che se il Governo attivasse il Mes sarebbe costretto ad aumentare le tasse perché così aumenterebbe il debito pubblico del Paese. lo stesso debito pubblico che è aumentato con l’ultima manovra di bilancio da 40 miliardi approvata pochi giorni fa in Consiglio dei Ministri, così come tutte le manovre fatte da febbraio ad oggi. È giusto puntare molto sul Recovery Plan (i soldi non arriveranno prima del prossimo anno) ma in piena seconda ondata della pandemia i bilanci delle nostre regioni (in special modo quelle meridionali) hanno bisogno oggi di maggiore liquidità per supportare meglio la spesa sanitaria. Sulla scuola si è mantenuta la barra dritta: è impensabile che a due settimane dall’inizio dell’anno scolastico si richiuda la migliore “palestra” per il nostro capitale umano: i ragazzi. Resteranno nella storia le foto del bambino con il grembiule seduto dinanzi ad un cancello chiuso di una scuola di Salerno o la foto di un gruppetto di bambini che disegna sulle mura del palazzo della giunta regionale. Il governo su questo ha trovato un giusto equilibrio ampliando gli orari di di ingresso ed uscita ma vanno senz’altro potenziati i trasporti. Su questo fronte i socialisti hanno proposto di utilizzare i bus turistici anche per il trasporto pubblico locale che darebbero una grande mano nello smaltire più velocemente i viaggi dei pendolari.

 

P.s.: Nella prossima primavera si terranno le amministrative nelle maggiori città italiane. Su tutte Roma dove i socialisti stanno partecipando al tavolo del centrosinistra per definire programma, coalizione e nome del candidato sindaco, con la nostra autonomia e nel rispetto del quadro di riferimento nazionale, così come specificato nell’ultima segreteria.

 

Enzo Maraio

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply