domenica, 28 Febbraio, 2021
Direttore Responsabile Mauro Del Bue

Navalny, Maraio: “Difendere libertà personali e politiche”

0

Oggi in Russia centinaia di arresti tra i manifestanti scesi in piazza per le proteste in sostegno dell’oppositore Alexei Navalny, incarcerato al suo rientro dalla Germania dove si trovava da agosto scorso in seguito a un avvelenamento. Oggi è il giorno della protesta e i sostenitori di Alexei Navalny, rivale numero uno di Vladimir Putin, hanno annunciato di voler scendere in piazza in almeno 60 città. ​Si tratta di manifestazioni non autorizzate dalle autorità che hanno promesso di usare le maniere forti. Secondo il sito OVD-Info gli arresti sono stati più di 836. Secondo le stime di Reuters sarebbero almeno 40.000 le persone che si sono unite alle proteste a Mosca per chiedere il rilascio di Navalny. Ma le proteste e le manifestazioni di sostegno al dissidente russo non si sono svolte solo in Russia. I socialisti a Roma hanno dato vita a un sit-in nei pressi dell’Ambasciata Russa in Italia a Roma, zona metro Castro Pretorio lanciando un appello a tutti, alle forze politiche, ai comitati civici ed ai cittadini sensibili al tema dei diritti umani.

 

 

“La libertà e la democrazia – ha affermato il Segretario del Psi, Enzo Maraio, nel corso del sit in di protesta -sono valori che devono essere rispettati ovunque.  I socialisti oggi manifestano per difendere le ragioni di Navalny, e per chiedere, come ha fatto a gran voce l’Eurogruppo, la scarcerazione dell’oppositore di Putin e il rispetto delle libertà politiche e personali troppo spesso calpestate”.

 

“L’obiettivo è duplice. Se da un lato occorre sempre perorare la causa dei diritti umani sostenendo la liberazione di Navalny, attivista politico russo e oppositore di Putin, rientrato in patria dopo l’avvelenamento, dall’altro bisogna mantenere alta l’attenzione internazionale denunciando lo stato di polizia che vige in Russia. Questa manifestazione deve essere un segnale forte che abbiamo il dovere di lanciare ai diplomatici russi presenti in Italia. Non staremo a guardare chi, con la violenza, mette a tacere le opposizioni democratiche”. Così afferma Andrea Silvestrini, Segretario Federazione metropolitana di Roma.

L’iniziativa, organizzata dal PSI Nazionale e dalla Federazione Metropolitana di Roma, oltre a militanti ed iscritti presenti, ha visto la partecipazione del segretario nazionale PSI, Enzo Maraio, Andrea Silvestrini (segretario PSI Roma), Luigi Iorio (coordinatore della segreteria nazionale PSI), Livio Valvano (portavoce PSI), Bobo Craxi (segreteria nazionale PSI) e numerosi altri membri della segreteria romana e della Direzione Nazionale PSI.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply