venerdì, 22 Novembre, 2019

Nazionale, arrivederci all’azzurro: arriva la maglia verde

0

Sta facendo molto discutere la scelta di indossare, sabato contro la Grecia, una casacca che si ispira al Rinascimento e che omaggia i tanti giovani talenti che stanno crescendo. Mancini perplesso, sul web giudizi contrastanti

ROMA – Arrivederci azzurro, l’Italia si veste di verde. E’ la scelta della Puma, sponsor della Figc, che ha lanciato una nuova casacca che i ragazzi di Mancini indosseranno sabato all’Olimpico di Roma nel match contro la Grecia, decisivo per la qualificazione a Euro 2020. “La grafica è ispirata al Rinascimento – fa sapere l’azienda tedesca -, una celebrazione del passato, del presente e del futuro della cultura italiana. Il kit celebra i tanti giovani talenti che stanno diventando sempre più protagonisti dei successi degli azzurri” (si fa per dire).

Mancini perplesso – Ognuno avrà ovviamente il proprio pensiero. La maglia (personalmente) è tutt’altro che brutta, anzi lontana dalle discutibili fantasie che si vedono nelle casacche delle squadre di club, ma i giudici sono contrastanti. Il ct, Roberto Mancini, per esempio è stato estremamente sincero: “Io preferisco l’azzurro. Vediamo come sta in campo. Sono abbastanza ‘old fashion’ sulle maglie, siamo abituati al bianco e all’azzurro, quindi vediamo”. Sul web molti gli danno ragione, puntando sul fatto che le tradizioni debbano essere rispettate. Sono però altrettanto numerose le persone che hanno accolto positivamente il nuovo kit, ricordando come il colore verde sia effettivamente presente nella nostra bandiera. Verde o azzurra che sia, sicuramente la Puma sarà contenta di tutto il dibattito che si è creato in questi giorni: d’altronde il “basta che se ne parli” è uno dei dogmi del marketing. E non è tutto: la stessa casacca verde sarà utilizzata anche in uno dei prossimi due e ultimi appuntamenti dell’Italia a Novembre (il 15 in Bosnia e il 18 a Palermo contro l’Armenia).

Francesco Carci

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply