martedì, 27 Ottobre, 2020

No all’invasione israeliana

10

È evidente perché Obama abbia chiesto ad Israele di bloccare l’invasione da terra di Gaza. Tutto il medioriente è una polveriera. Come afferma Sergio Romano non c’é più l’Egitto dei fratelli musulmani che poteva convertire alla prudenza Hamas. E che dire della Siria ancora in preda alla guerra civile, all’Iraq invasa dagli estremisti islamici che puntano al califfato, alla Libia ove il dopo Gheddafi è segnato dal caos e dalla violenza? Una guerra su larga scala tra Israele e Hamas isolerebbe sempre più Abu Mazen e le tendenze palestinesi moderate. É successo con la seconda intifada del 2000 e con la duplice offensiva del 2008, con razzi e bombe anche allora reciproci. Con troppe vittime palestinesi innocenti sul selciato.

A razzi si risponde anche oggi con bombe. Certo Israele ha molte ragioni. Il delitto dei tre ragazzi israeliani é stato orribile ed è alla base di tutto. Come orribile è stato il delitto del ragazzo palestinese ad opera di alcuni coloni fanatici e assassini. Ha fatto bene Netanyahu a condannare con durezza entrambi i crimini, cosa che Hamas non ha fatto. I razzi, che a centinaia continuano a piovere su Gerusalemme e su Tel Aviv, solo intercettati dalla tecnologia israeliana, puntavano soprattutto a colpire la centrale atomica. E si è trattato di un’intenzione di guerra senza precedenti.

Ma la reazioni di Israele che colpisce obiettivi militari, ma continua a mietere vittime civili, che produce morti innocenti di bambini, non è altrettanto crudele e, sia pur politicamente giustificata in quanto reazione ad un’azione di guerra, umanamente inaccettabile? Cos’é che spinge Hamas a ritenere ancora possibile la via della distruzione di Israele e la stessa Israele a ritenere risolutiva la via militare? Con i razzi e le bombe si peggiora la situazione così delicata e con l’invasione la si rende probabilmente irrecuperabile.

Israele è un paese ricco e democratico. È vero che, contrariamente ad Hamas, non usa il terrorismo, non mira a colpire i civili (e però quante sono le cosiddette perdite collaterali, orrenda qualificazione dei bambini uccisi per sbaglio?). È vero che possiede arsenali atomici e che se Hamas ne possedesse un quarto l’avrebbe già utilizzato contro di lei. Ma proprio per questo ad Israele è richiesta una prova di responsabilità. Più ad Israele. Soprattuto ad Israele. Tenga conto degli effetti delle sue mosse. Che, se sconfineranno in una guerra di invasione, produrranno una miccia in tutta la regione. Con gravissime ripercussioni nel mondo intero,

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply