giovedì, 2 Aprile, 2020

Oggi ‘Giornata mondiale dell’Ambiente’ per un pianeta che rispetti la green economy

0

Si festeggia oggi la Giornata mondiale dell’Ambiente: una data importante per sensibilizzare alla diffusione della Green economy in tutto il pianeta. Si tratta di un’iniziativa di vecchia data che ha debuttato nel 1972 a Stoccolma per volere delle Nazioni Unite, ed è arrivata oggi alla sua quarantesima edizione. E per conivolgere ogni abitante del pianeta a riflettere sulle tematiche ambientali nel quotidiano, lo slogan scelto quest’anno è: “Economia verde: ti include?”.

IL BRASILE FESTEGGIA L’AMBIENTE- Il Brasile è il Paese-simbolo di questa Giornata dell’Ambiente che inoltre, il 20 giugno, ospiterà il summit delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile. Un Paese scelto proprio per le sfide ambientali che sta combattendo negli ultimi anni, come quella del riciclo dei rifiuti e dello sviluppo delle rinnovabili o dei biocombustibili. Il Brasile rilancia infatti l’ambiente nel quotidiano anche attraverso i tentativi di far fronte a fenomeni distruttivi come la deforestazione illegale della Foresta Amazzonica o l’inquinamento delle metropoli che ha toccato livelli record.

BAN KI-MOON RILANCIA LA GREEN ECONOMY- Nel suo messaggio per il World Environment Day, il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon ha mostrato la necessità per un pianeta popolato da 7 miliardi di persone e destinate a diventare 9 miliardi da qui al 2050, di mettere in atto strategie che siano in linea con la Green Economy. Per far ciò, oggi, è necessario mobilitare governi e società verso scelte che mirino alla costruzione di un futuro sostenibilie. Si tratta quindi di dover attuare strategie che bilancino la dimensione sociale, economica ed ambientale con quella del rispetto dell’ambiente. Dal 2008 l’Unep, United Nations Environment Programme, sta puntando sulla Green Economy Initiative, un modello di sviluppo che garantirebbe un benessere maggiore, una riduzione di rischi amibientali e di catastrofi ecologiche. Investire nel settore pubblico e nel privato in iniziative “verdi”  porterebbe infatti ad una riduzione di emissione di anidride carbonica e di inquinamento, e fornirebbe una maggiore tutela delle biodiversità.

I GREEN JOBS- Oggi nel mondo 1,3 miliardi di persone sono disoccupate o sotto-occupate e nel prossimo decennio un altro mezzo miliardo di persone si unirà a questa categoria. Creare posti di lavoro ricollocandosi nella Green Economy diventa quindi un’alternativa fortemente risolutiva. Dal 2008 infatti oltre 2.3 milioni di persone in Cina, Danimarca, Germania, India, Spagna e Stati Uniti hanno un’occupazione nei settori “verdi”; un modo per uscire dalla crisi occupazionale investendo ad esempio nella bioeconomia, nella ricerca e nell’innovazione, per sviluppare un’economia a basse emissioni, basata su un’agricoltura e una pesca sostenibile, su tecnologie rinnovabili e sulla tutela dell’ambiente.

ANCHE L’ITALIA VERSO UN’ECONOMIA VERDE-  La recente proposta del ministro dell’Ambiente Corrado Clini che prevede la creazione di 60.000 posti di lavoro in Italia si colloca proprio nell’ottica di questa giornata per l’Ambiente. Si tratta infatti di un modo per dare occupazione a giovani e neolaureati in settori che vanno dalle rinnovabili alla bio-chimica.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply