martedì, 25 Giugno, 2019

Operai e sicurezza sul lavoro. Tre morti in un giorno

0

Ancora morti bianche con una costanza che spaventa e che raggiunge numeri da guerra civile. Oggi prima di pranzo addirittura tre, tre persone morte in un solo giorno. Due a Milano e uno nel veronese, questa mattina all’interno di un cantiere in via Roma, a Pieve Emanuele (Milano), due operai della Cefi Srl di Casoria sono stati schiacciati dal crollo di una parete in costruzione. Salvatore Borriello, 47 anni, e Domenico Palumbo, 54, entrambi campani, erano impegnati nella realizzazione di paratie divisorie tra i binari ferroviari e i vicini terreni agricoli per impedire l’attraversamento.
Tragedia anche a Brentino Belluno, comune veronese in Val d’Adige, dove un operaio di 59 anni è rimasto schiacciato da un camion che trasportava bitume durante i lavori di asfaltatura di una strada. Il corpo è stato ricomposto dai Vigili del fuoco, intervenuti con mezzi da Bardolino e da Verona. Sul posto anche i Carabinieri della Compagnia di Caprino Veronese. La dinamica dell’incidente è al vaglio dei tecnici dello Spisal dell’Ulss 9 Scaligera.
Mentre si procede sugli accertamenti sulla morte dell’operaio in Val d’Adige, nel milanese si pensa che l’incidente sia stato causato forse per una manovra sbagliata della gru, la lastra si è rovesciata e ha travolto due degli operai a lavoro.
“Due anni fa c’era già stato un morto”, ha detto Paolo Festa, sindaco di Pieve Emanuele che è accorso subito nel cantiere. Un operaio, deceduto nell’agosto 2017, proprio mentre stava attraversando. “Qui c’era una vecchia strada poi chiusa, quando ne è stata creata una parallela. È stato chiuso anche il passaggio a livello ma non si è creata un’alternativa per i pedoni”, ha aggiunto.
“La sicurezza sul lavoro deve essere messa al centro dell’agenda del Governo e delle istituzioni, servono più investimenti nella prevenzione, e non tagli. La riduzione delle imposte sul lavoro sbandierata dal Governo, infatti, è stata finanziata dal taglio di circa mezzo miliardo in tre anni ai fondi che servono a incentivare gli imprenditori per migliorare la sicurezza sul posto di lavoro. Aspettiamo le indagini della magistratura, intanto voglio esprimere la mia vicinanza alle famiglie dei due operai che hanno perso la vita”. Così in una nota la segretaria metropolitana del Pd, Silvia Roggiani, esprime solidarietà a nome del partito milanese alle famiglie dei due operai che hanno perso la vita in un incidente sul lavoro stamattina a Pieve Emanuele.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply