mercoledì, 18 Settembre, 2019

Paolo Savona alla Consob. Interim al premier Conte

0

Paolo Savona è  il nuovo presidente della Consob. Lo ha nominato il Consiglio dei ministri. Al premier Conte l’interim del ministero per gli affari europei. Non ci sarà nessun rimpasto.

Il ministro per gli Affari Ue Paolo Savona, sul quale ci sarebbe stato l’accordo tra M5S e Lega per la nomina a presidente Consob è arrivato a Palazzo Chigi dove il Consiglio dei ministri ha ufficializzato la decisione. Nessun commento sulla conferma della sua nomina è giunta da parte del ministro, interpellato dai cronisti mentre entrava nella sede del governo.

L’interim per il ministero degli Affari europei è stato assunto dal premier Giuseppe Conte senza nessun rimpasto di governo. Sarebbe questo, a quanto si apprende da fonti dell’esecutivo, uno dei corollari dell’intesa sulla nomina di Savona alla presidenza della Consob.

Prima della nomina, quando si è saputo della scelta fatta dal governo per la Consob, Simona Malpezzi, vicepresidente del gruppo del PD al Senato, ha affermato: “Il ministro Savona non può fare il presidente della Consob, il governo non può ignorare le leggi. Le ragioni di incompatibilità di Savona sono diverse. Il ministro ha lavorato fino a maggio 2018 per il fondo Euklid, quindi per un soggetto vigilato da Consob, in più risulta in conflitto con le leggi Madia e Frattini. Se il Cdm approvasse la nomina, pur in presenza di tali incompatibilità, ci troveremmo di fronte ad una situazione gravissima e senza precedenti”.

Anche Filippo Sensi, deputato del PD, ha osservato: “Sul caso Savona, perché di caso si tratta, ho l’impressione che delle due l’una: se non vale la Madia, vale la Frattini, e viceversa. L’incompatibilità resta evidente, gli azzeccagarbugli sono avvertiti. Ricordo, inoltre, che la 281/1985 (la legge che istituisce la Consob) definisce la piena autonomia della Commissione e tra i criteri per la scelta dei suoi componenti esplicita quello della indipendenza. Come la mettiamo con le veline sull’accordo politico su Savona?. Mi chiedo poi: il ministro Savona, che si dimise lo scorso maggio da direttore di Euklid Ltd e presidente del Fondo di investimento omonimo lussemburghese, è ancora azionista di Euklid? E in che percentuale? E, nel caso, questo sarebbe compatibile con suo incarico Consob?”.

La legge Madia, ribadita e precisata da una circolare della stessa ex ministra Pd e del Mef, prevede infatti che chi è in “quiescenza” non può ricoprire incarichi “dirigenziali o direttivi”, se non a titolo gratuito e comunque per un solo anno. Secondo fonti della maggioranza, però, il caso non dovrebbe essere applicato alla Consob che non è un organismo statale ma una Authority indipendente.

Una nota della Lega fa sapere: “Nessuna telefonata Conte-Salvini, nessun incontro, nessuna preoccupazione, nessun Salvini furioso. La ricostruzione pubblicata oggi dal Corriere della Sera è surreale e completamente inventata. I rapporti con il presidente del Consiglio sono cordiali e si lavora per la soluzione dei dossier sul tavolo del governo”.

Però, anche il vicepresidente della Camera, Ettore Rosato, ha commentato: “Era stato presentato come la carta vincente di questo governo. Pensate, doveva fare il ministro dell’Economia. Invece 7 mesi di nulla.‪ Ora Paolo Savona potrebbe essere premiato con la presidenza Consob. Ruolo di garanzia, tecnico, che Salvini e Di Maio vogliono al proprio servizio. Per la legge, Savona non potrebbe avere l’incarico. Per ragioni d’età, perché è membro di un governo e perché fino a qualche mese fa ha lavorato per uno dei fondi finanziari vigilati dalla Consob (il fondo Euklid). Ma in questi mesi avete visto che Lega e M5S, per gli amici, sono pronti a tutto…”.

Possibile che Lega e M5S non avessero nessun altro candidato da poter spendere per la Consob? O forse la presenza di Savona nel governo era diventata troppo ingombrante e non abbastanza fidato? In realtà potrebbe essere un modo per tacitare qualcuno che conosce bene i segreti di questo governo che agisce senza tenere conto della realtà, travisando anche le leggi ed i principi costituzionali.

Salvatore Rondello

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply