martedì, 18 Giugno, 2019

Prato. Nencini, Salvini revochi l’ok a corteo Forza Nuova

0

“Signor Ministro dell’Interno, a Prato, sabato prossimo, Forza Nuova organizza un corteo per celebrare il centenario di nascita del fascismo. Il prefetto ha concesso il benestare. Trovo superfluo richiamare a Lei il dettato costituzionale e i valori su cui si fonda l’Italia repubblicana”. Lo ha detto il Segretario del Psi, Riccardo Nencini, riferendosi al corteo organizzato da Forza Nuova, per sabato prossimo, 23 marzo, a Prato, per celebrare i cento anni dei fasci, dal titolo ‘Salvare l’Italia’. Nencini aggiunge. “Revochi l’autorizzazione al corteo e rimuova il prefetto. Non si renda complice di un atto che infanga la storia e le conquiste dell’Italia libera e civile. Un grande poeta, Mario Luzi, ci ha lasciato queste parole: ‘La libertà è una palestra nella quale andare ogni giorno perché non si spenga’. In quella palestra vorrei vedere anche Lei”. Nencini dedicherà l’assemblea congressuale provinciale di Firenze, prevista proprio per sabato 23 marzo, a Giacomo Matteotti, socialista e antifascista, nel 95mo anniversario dalla cattura e l’uccisione, come ‘contromanifestazione’ del corteo di Prato, ‘nel nome dei martiri del fascismo e di tutte le dittature”, ha concluso.
In questi giorni poi sui muri della sede Anpi di Prato e sul portone di quella del Pd sono comparse scritte inneggianti il fascismo e il Duce. All’Anpi era apparsa la scritta nera “Dux” con lo spray su una parete e sul pavimento accanto allo zerbino, l’altra scritta: “Arriviamo”. Sulla porta della sede pratese dei Democratici, invece, alcune svastiche. “Resto della mia posizione: secondo me questa manifestazione non si doveva fare – ha detto il sindaco di Prato Matteo Biffoni – e ho indicato chiaramente, nel corso della riunione del comitato che si è svolto stamattina in prefettura, le motivazioni per cui è sbagliato che il corteo di Forza Nuova sfili. Purtroppo né questore né prefetto, evidentemente, la pensano in questa maniera”.
Mentre l’Anpi ha inviato una lettera di diffida al Prefetto affinché impedisca che si svolga la manifestazione di Forza Nuova il 23 marzo 2019 nella città toscana. L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Prato, attraverso una nota, spiega senza mezzi termini che “il corteo è illecito e illegittimo” e si riserva inoltre “di adire la competente autorità giudiziaria affinché valuti la configurabilità” dei reati che a suo parere si possano profilare nel caso si svolga il corteo: apologia del fascismo e manifestazione che incita alla discriminazione o alla violenza per motivi razziali o etnici.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply