giovedì, 21 Novembre, 2019

PROPAGANDA SALVINIANA

0

Accordo raggiunto tra Italia e Malta per il recupero dei 54 migranti a bordo del veliero dell’ong Mediterranea, al largo di Lampedusa. Il Viminale si dice sorpreso che l’ong affermi che Alex non possa affrontare il viaggio verso La Valletta. Secondo Salvini “l’ong è capricciosa”. Tra i migranti a bordo, sei donne e sette bambini sono stati trasferiti al porto di Lampedusa dopo il trasbordo su una motovedetta della Guardia costiera. Anche una nave della Sea Eye ha soccorso e portato in salvo 65 persone e attende una risposta da Malta, Roma e Tripoli per la loro presa in carico.

In mattinata l’account twitter della ong Mediterranea Saving Humans aveva pubblicato: “Alle 4 di stamattina la nave Alex di Mediterranea è arrivata al limite delle acque territoriali italiane, a 12 miglia da Lampedusa, ma un decreto dei ministri di Interno, Difesa e Trasporti ci vieta l’ingresso. Abbiamo risposto che Alex, per le condizioni psicofisiche delle persone a bordo e le caratteristiche della nave, non è in grado di affrontare la traversata verso Malta. Ma siamo disponibili a trasferire i naufraghi su motovedette maltesi o della guardia costiera italiana”, aggiunge poi, sempre sul social, la ong, che conclude: “Siamo ora al limite delle acque territoriali italiane in attesa che venga al più presto assegnato un porto sicuro di sbarco per le 54 persone salvate da Alex Mediterranea. Prima che la situazione a bordo diventi insostenibile”.

Una vicenda che mette in luce tutta la propaganda con cui si nutre la farsa salviniana. Il ministro dell’Interno ha detto no allo sbarco di 54 migranti in panne, sottolineando come invece debbano sbarcare a Malta. La stessa Valletta si era già detta disponibile ad accogliere quei migranti. Ma Malta ha posto una condizione (accettata subito da Salvini). Quella di accogliere quei migranti in difficoltà a patto che Roma ne riceva altrettanti da Malta, per lasciare invariata la quota di migranti presenti sull’isola. In pratica si tratta del gioco delle tre carte. Ma quello che appare è il no di Salvini che tiene duro e respinge l’invasore. Inoltre, visto che la barca è ferma a poche miglia di distanza da Lampedusa, per trasportare quei migranti fino a Malta, dovranno intervenire le navi italiane della marina militare.
Comunque Salvini non ha voluto dire, quasi non lo riguardasse, che i migranti continuano ad arrivare. Infatti al di fuori della luce dei riflettori barconi che non sono proprietà di Ong continuano ad arrivare. Sono stati due gli sbarchi a Lampedusa avvenuti nelle ultime ore. Le motovedette della guardia di finanza e della capitaneria hanno recuperato 55 persone. Inoltre è approdato direttamente in porto l’ennesimo barchino con a bordo 14 migranti, tra i quali due donne e 4 bambini. Ma su questi poveretti Salvini non dice nulla.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply