domenica, 7 Giugno, 2020

Psi Alto Adige:
Perplessi da dichiarazioni del Presidente Kompatscher

0

“Ci ha lasciato molto perplessi le dichiarazioni del Presidente della Giunta provinciale, a seguito dell’emanazione dell’Ordinanza di “rientrare nella propria residenza a turisti, ospiti, villeggianti e tutte le altre persone presenti su territorio provinciale che non abbiano la propria residenza in Alto Adige”.
Il tono espresso nella conferenza stampa sembra una nota stonata rispetto ad una politica della solidarietà sociale che in passato il governo provinciale aveva sempre sostenuto.
Questo provvedimento non persegue la battaglia contro il contagio, anzi lo favorisce ordinando di mettere in movimento moltissime persone che, per la maggior parte, hanno un vero e proprio domicilio in Provincia.

Piuttosto determina un aggravamento della situazione sociale, andando a mettere in seria difficoltà coloro che per diverse ragioni, non solo lavorative, soggiornano nella nostra Provincia, magari a sostegno di parenti anziani o ospiti di genitori o nonni o per qualsiasi ragione (sanitaria, amministrativa), per non citare tutti gli immigrati che hanno trovato accoglimento provvisorio nelle nostre strutture di solidarietà.
Né appare politicamente giustificabile la precipitosa rettifica che trasforma l’Ordinanza in “raccomandazione”.
Sono manifestazioni di una Giunta che forse ha ormai acquisito degli approcci discriminatori, assai manifesti negli Alleati e in alcuni settori della destra politica sudtirolese. (prima gli italiani, doppio passaporto)
In definitiva, non ci sono né buoni ragioni legate all’aspetto epidemiologico per emettere un provvedimento del genere e altrettante ragioni di opportunità e rispetto per la popolazione richiedono l’immediata rimodulazione dell’Ordinanza.

Il PSI ritiene che la Giunta provinciale debba ritirare sollecitamente ogni decisione che vada nella direzione espressa dal Presidente Kompatscher.”

Segreteria PSI dell’Alto Adige

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply