giovedì, 4 Marzo, 2021
Direttore Responsabile Mauro Del Bue

Psi Campobasso-Isernia
preoccupazione per l’inefficienza della regione

0

Il Partito Socialista delle province di Campobasso e Isernia e i cittadini del Molise sono molto preoccupati per l’inefficienza politica e organizzativa della regione sulla gestione e sulla prevenzione sanitaria che, in questo particolare momento, colpisce prevalentemente i soggetti più deboli e quanti in funzione della propria fragilità, sono più esposti al contagio e al rischio che questo si possa verificare frequentando le strutture sanitarie.

Il sistema sanitario pubblico regionale, che per la maggioraza di centrodestra non merita neppure di avere un assessore alla guida, sta mostrando tutte le sue debolezze e non è in grado di fronteggiare l’emergenza producendo situazioni di rischio per pazienti e operatori.

L’ospedale Covid al Cardarelli non è stato realizzato, così come è caduto nel dimenticatoio il centro Covid al Vietri di Larino e si continua temporeggiare nel riconoscere ospedale di area disagiata il e senza un assessore San Francesco Caracciolo di Agnone.

È necessario porre fine alle aziendalizzazioni e alla strisciante privatizzazione della e nella sanità pubblica, spostando ingenti risorse organizzative e finanziarie da questa alla sanità convenzionata, che hanno assoggettato la salute ai tagli di bilancio, consegnati a manager e anche a comissari e sub-comissari spesso totalmente estranei dalla realtà locale. La salute è un diritto costituzionale, non è un “prodotto”.

La sanità affidata alle regioni ha fallito. Deve valere ovunque sul territorio nazionale.

 

Matteo D’Errico
segretario Federazione Partito Socialista Italiano Campobasso

 

Eugenio Procaccini
segretario Federazione Partito Socialista Italiano Isernia

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply