sabato, 28 Novembre, 2020

Psi Milano
Gravi ritardi sulla prevenzione sanitaria

0

Gravi ritardi sulla Prevenzione Sanitaria in Lombardia. Il Governo di centro destra, ancora non avvia la campagna per la vaccinazione contro l’influenza.
Il Partito Socialista, insieme ai cittadini della Lombardia e in modo particolare quelli della città di Milano, sono molto preoccupati. L’inefficienza politica e organizzativa della regione, in questo particolare momento, colpisce prevalentemente i soggetti più deboli,anziani, ammalati, e quanti in funzione della propria fragilità, sono più esposti ad essere
colpiti dall’influenza stagionale.
In questo grave momento in cui si ripropongono in modo drammatico le lunghe file nei Pronto Soccorso, la saturazione delle terapie intensive, la carenza di posti letto negli ospedali, la Vaccinazione antinfluenzale, facilmente prevedibile, avrebbe sicuramente evitato il rischio di maggior presenza nei presidi sanitari da parte dei cittadini con i sintomi influenzali, ma col dubbio di essere stati contagiati da Covid-19.
Un doppio danno, per i cittadini, la paura del contagio e il rischio che questo si possa verificare frequentando le strutture sanitarie.

E’ davvero incomprensibile che la regione Lombardia non abbia provveduto per tempo ad ordinare i vaccini antinfluenzali, come invece altre regioni hanno fatto, Campania, Lazio, Puglia, Emilia Romagna, dove la campagna di vaccinazione è quasi alla fine, mentre in Lombardia non è ancora iniziata. Il ritardo con cui ci si è mossi, fa si, tra l’altro, che adesso si
faccia fatica a reperire il vaccino, e che i costi per poterlo avere siano fortemente lievitati.
Una beffa, che rischia di trasformarsi in tragedia, per incuria ed incapacità di chi governa la nostra Regione.
Chiediamo al Sindaco Sala di intervenire, con l’autorità che gli compete, per far fronte all’emergenza sanitaria, garantendo ai cittadini che lo vogliono, soprattutto i più deboli, la possibilità di potersi vaccinare.
I Socialisti di Milano e dell’area Metropolitana, promuoveranno, nel rispetto delle norme di sicurezza, momenti di mobilitazione sul territorio, con i cittadini, i pensionati, e quanti vorranno aderire, con iniziative tese a salvaguardare il diritto universale della sanità pubblica
che deve avere come priorità la tutela della salute e del benessere dei propri cittadini.

 

Partito Socialista Italiano – Milano Area Metropolitana

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply