mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Psi Pisa
Rilanciamo lo sviluppo e la qualità della vita a Cascina

0

Al termine di un’affollata assemblea d’iscritti e simpatizzanti socialisti che si è tenuta Martedì presso la sede del Centro Sandro Pertini in San Benedetto di Cascina sulla via Toscoromagnola alla presenza del Segretario prov.le Carlo Sorrente è stato approvato all’unanimità il seguente documento:

A pochi mesi dallo scioglimento del consiglio comunale di Cascina appare evidente il fallimento della giunta Ceccardi si e mostrata incapace di portare avanti una strategia amministrativa che rilanciasse il ruolo economico e sociale di Cascina. A fronte di ciò, serve un’alternativa credibile all’attuale maggioranza ma anche alla precedente amministrazione a guida già bocciata tre anni fa bocciata dagli elettori.

Alle forze politiche che ci rivolgono appelli generici all’unità del centrosinistra, rilanciamo la disponibilità al confronto che, però, deve partire dai seguenti progetti concreti per la comunità:

1. tutela ambientale (Decoindustria, discarica del tiro a segno, difesa idrologica del territorio);

2. ruolo centrale di Cascina nell’area vasta (piano strutturale dell’area pisana per il rilancio di un sistema produttivo e commerciale capace di attrarre investimenti, Polo Tecnologico finalizzato al sostegno di start up che con investimenti esigui creano lavoro diffuso, Politeama e recupero del Bellotti Bon per promuovere un circuito teatrale che preveda dei luoghi per la gente, dei punti d’incontro, dove si condividono i valori e dove si celebra un rito che si chiama urbanità);

3. gestione dei grandi servizi e ruolo nelle aziende partecipate (sistema socio sanitario, acqua rifiuti e energia, infrastrutture e trasporto pubblico locale).

Su questi temi ci siamo presentati alle elezioni del 2016 stringendo un patto di programma con i cittadini e, per quanto ci riguarda, li riteniamo ancora irrisolti e ormai non più eludibili.

Su molti aspetti dobbiamo rilevare una disastrosa continuità amministrativa con il passato da parte della giunta in carica: a partire dalla discarica per rifiuti speciali del Nugolaio, dal ruolo del Polo Tecnologico, sulla mancata azione di difesa idraulica del territorio e per finire con l’attuazione di una variante al Regolamento Urbanistico che non difende il territorio ed esclude opere di recupero e di rilancio in sinergia con le necessarie strutture pubbliche.

Oggi confermiamo la nostra proposta alle forze politiche di buona volontà e ai cittadini per costruire a Cascina un’ampia alleanza civica intorno ad un progetto di crescita economica e sociale della comunità, in discontinuità con le ultime amministrazioni comunali, con programmi trasparenti e concreti da sottoporre ai cittadini elettori.

Carlo Sorrente
Segretario provinciale Psi

Stefano Cateni
Segretario di Cascina

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply