venerdì, 22 Novembre, 2019

Psi Pisa
Ora un laboratorio riformista

0

La segreteria provinciale aperta ai responsabili delle commissioni di lavoro riunitasi il giovedì 26 settembre a Pisa ha discusso e valutato l’attuale crisi politica e nel caso di specie della formazione del gruppo parlamentare P.S.I. – Italia Viva:

1) E’ stata necessaria la costituzione del nuovo governo di legislatura nato dall’emergenza della crisi extraparlamentare, causata dalle azioni irresponsabili del capitano leghista; il P.S.I. con senso civico ha votato la fiducia nella formulazione del sostegno esterno valutando sugli atti concreti l’arduo compito del presidente del consiglio e del governo.

2) “P.S.I. – Italia Viva”: questo progetto parlamentare potrebbe essere, nell’autonomia politico organizzativa del P.S.I. con il simbolo nuovo del garofano, un Laboratorio Riformista su cui è auspicabile che convergano altre aree riformatrici e progressive: i radicali di +Europa, le forze laiche e liberali ostili a un sovranismo isolazionista e pauperista. Il tentativo di formare un Laboratorio Riformista è una strada perigliosa da percorrere in autonomia e con coraggio.

3) la fattibilità di marciare verso un Laboratorio Riformista plurale deve essere approfondita dagli organi statutari del Partito partendo da un vasto dibattito che deve svilupparsi nelle Comunità e nei Territori e quindi nelle prossime settimane si eseguiranno le assemblee comunali in tutta la nostra provincia, al termine delle quali si terrà il congresso provinciale alla presenza del Segretario Nazionale Vincenzo Maraio entro la metà di Dicembre a Cascina, dove nella primavera del 2020 sono indette le elezioni straordinarie comunali causate dalle dimissioni del sindaco leghista uscente.

4) Un’altra importante scadenza a breve è il congresso regionale Toscano che si terrà a Firenze sabato 5 ottobre.

5) In questo quadro d’intenso lavoro locale e regionale si dovranno tenere le riunioni degli organi statutari nazionali del P.S.I., importante è il passaggio del 2 Ottobre a Roma della Direzione Nazionale con i segretari di federazione, che, con spirito unitario e responsabile dovranno discutere il processo politico in atto: l’Italia e gli italiani devono superare questa grave congiuntura economica e politica in un mondo percorso da lampi di guerra e di recessione internazionale dal carattere non più transitorio ma permanente.

Psi Pisa

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply