mercoledì, 5 Agosto, 2020

Psi scuola
Si prospetta ennesima e caotica riapertura anno scolastico

0

Mentre in rete girano stravaganti proposte circa la riapertura delle scuole a settembre, proposte che immaginano aule così spaziose da contenere decine di alunni (forse in numero maggiore di prima del “coronavirus”), mentre vengono pubblicizzate diverse e fantascientifiche tipologie di banchi, lentamente ma inesorabilmente si avvicina l’inizio del prossimo anno scolastico. Un anno scolastico che, allontanandosi sempre più la percezione del pericolo (ma non il pericolo), verosimilmente si aprirà con decine di migliaia di cattedre scoperte, aule stracolme e quindi nessuna sostanziale novità rispetto agli scorsi anni scolastici. “All’apparire del vero”, nonostante docenti e famiglie ne abbiano sottolineato l’inefficacia, se si continuerà a parlare e non si inizierà ad agire, l’unica reale soluzione che proposta sarà la più semplice, la meno costosa, la più dannosa: la ripresa della DaD, seppure integrata con le lezioni in presenza.

Eppure, come il PSI e non solo aveva suggerito, la soluzione, sebbene costosa, sarebbe stata semplice: avviare immediatamente un piano edilizio per aumentare il numero di aule, rimodulare i parametri per la formazione delle classi in maniera tale da aumentarne il numero e diminuire gli alunni per classe, potenziare il piano di assunzioni, velocizzare le procedure per permettere agli Istituti scolastici di dotarsi in tempo dell’organico necessario a permettere l’avvio dell’ anno scolastico con tutte le cattedre coperte.

Niente di quanto proposto dal PSI e da diverse associazioni di famiglie e docenti è stato fatto e si prospetta l’ennesima e caotica riapertura dell’anno scolastico. In tutto ciò ben poco, fuorché le originali quanto fantasiose proposte del Veneto, è stato concretamente fatto dalle Regioni che hanno spesso accettato passivamente le linee del Governo. E’ l’ennesima dimostrazione di quanto dannosa sarebbe un’eventuale e non auspicabile regionalizzazione dell’Istruzione pubblica.
Noi socialisti oggi stesso chiederemo un nuovo incontro con la Ministra Azzolina per illustrare e discutere le nostre proposte.

Enzo Maraio
Segretario nazionale del PSI

Luca Fantò
Referente PSI scuola, università e ricerca

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply