lunedì, 18 Novembre, 2019

Quota 100, Conte ottimista. I dubbi di Italia Viva

0

Il governo si scontra su Quota cento. Una empasse che di fatto ha reso necessario il rinvio del consiglio dei ministri che si dovrebbe comunque riunire oggi in serata. Lo ha confermato lo stesso Conte: “Questa sera – ha detto – ci sarà un Consiglio dei ministri che approverà un passaggio importante della complessa manovra a cui stiamo lavorando”. “Troveremo anche la nascita di  un’Agenzia Nazionale per la ricerca” ha annunciato il presidente  del Consiglio. “Pur  lasciando piena libertà alla ricerca , daremo però indicazioni utili  allo sviluppo del Paese”. Ma il punto cruciale è quello sulla riforma delle pensioni con la conferma che “Quota 100 resta” nella Legge di Bilancio. “Stiamo ragionando sulle finestre di uscita”, dichiara il premier.

A frenare su Quota 100 è Italia Viva con il deputato Marattin. Il Pd, ora favorevole alla riforma con qualche modifica alle finestre di uscita, nel primo governo Conte si è sempre manifestato contrario al provvedimento bandiera di Salvini, quello sulla quota 100 appunto. “Su quota cento – ha detto Luigi Marattin, di Iv – nessuna barricata, abbiamo delle idee su come governare il Paese ed è giusto che vengano composte in maggioranza. Il diktat è sull’iva, sul resto discutiamo tranquillamente, senza che ogni nostra idea sia vista come un ricatto, ma anche senza che sia vista come una ricerca di visibilità”. Marattin ha poi aggiunto: “Mi chiedo perché in questo Paese bisogna sempre pensare ai sessantenni e mai ai ventenni o ai trentenni. Se si tratta di aumentare qualche tassa per mantenere Quota cento ho qualche dubbio”.

Il Consiglio dei ministri convocato per questa sera deve approvare il Documento programmatico di bilancio da inviare entro la mezzanotte a Bruxelles. I tempi quindi sono strettissimi. “Stiamo ancora lavorando agli ultimi dettagli – ha detto il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri – ma il quadro di fondo è definito. È stato difficile ma ci siamo riusciti, l’Iva non aumenterà, ci saranno più soldi in busta paga, più investimenti e un robusto pacchetto famiglia”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply