domenica, 22 Settembre, 2019

Regno Unito. Il Partito di Farage cala su Londra

0

Farage-elezioniIl Partito di Farage, Ukip,è entrato dalla porta e si è seduto sulla poltrona di una delle istituzioni democratiche più antiche del mondo, il Parlamento britannico, con il suo primo deputato eletto.
Con il 60% delle preferenze Douglas Carswell ha infatti vinto le elezioni suppletive a Clacton, una località balneare nel sud-est dell’Inghilterra. Un risultato al di sopra delle aspettative che ha rovinato il compleanno del premier David Cameron.
Quello che rappresenta sicuramente un voto di protesta (a Clacton in alcuni quartieri la disoccupazione tocca il 50%) se da un lato vede il plauso dei partiti anti-euro nel Vecchio Continente, dall’altro sta allarmando i partiti “vecchio stile” preoccupati dal consenso di questo Partito “per i britannici”: un altro candidato dell’Ukip, nell’elezione suppletiva della circoscrizione di Heywood e Middleton, storico feudo dei laburisti è andato molto vicino alla vittoria, nonostante il Labour Party abbia ottenuto il 40,1 per cento, è stato incalzato da vicino dall’Ukip, al 38,7.
A preoccupare sono anche le dichiarazioni del leader di Ukip, appena conquistato il seggio oltremanica, Nigel Farage ha dichiarato in una intervista a Newsweek Europe che deve essere negato l’ingresso nel Regno Unito agli immigrati positivi all’Hiv. Nel corso di un programma radiofonico, Farage ha sostenuto che l’Nhs (il Servizio sanitario nazionale) “è (solo, ndr) per i britannici e per le famiglie che lo pagano da generazioni”. L’ingresso dovrebbe essere vietato, inoltre, a quanti sono affetti da tumori o malattie come la “tubercolosi” che, afferma, “sta costando al Servizio sanitario nazionale un sacco di soldi e la maggior parte dei casi provengono dall’Europa Meridionale e orientale”.

Liberato Ricciardi

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply