domenica, 17 Gennaio, 2021

Renzi e il Riformismo

0

Il Senatore Renzi ha annunciato che il prossimo anno celebrerà il centenario della scissione di Livorno per affermare le ragioni del Riformismo invitando Blair.

Non stupisce mai, a me sembra una celebrazione alla rovescia. Fino a pochi anni fa’ quella scissione era celebrata dal PCI-PDS-DS poi ricusata dal PD. Oggi la celebrano Rizzo dei Comunisti Italiani ed il rinato pci.

Nel 1921 la scissione non verteva sul “tasso di riformismo” ma se il Partito Socialista Italiano dovesse seguire gli indirizzi della Rivoluzione Russa o no, gli scissionisti comunisti volevano seguire l’esempio della “Rivoluzione d’ottobre del 1917” anche in Italia.

La rottura tra Riformismo e Massimalismo si consumó dentro il PSI, molti ne furono i protagonisti fino a Nenni, il primo Riformista con il CSX degli anni sessanta.

Ma il moderno riformismo l’ha incarnato Craxi con la sua azione autonomista verso il PCI e modernizzatrice al Governo con il pentapartito negli anni ottanta del novecento.

Oggi dobbiamo ripartire dall’azione rifomista di Craxi ed il Partito Socialista Italiano ne ha tutti i “cromosomi politici”.

Avanti compagni.

 

Giorgio Del Ciondolo

Direzione Nazionale Presidente Direzione Toscana PSI

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply